Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

TRADIZIONI - Montepulciano, Bravìo delle Botti 2016 vince Voltaia

Eventi - Montepulciano, Bravìo delle Botti 2016 vince Voltaia Eventi - Montepulciano, Bravìo delle Botti 2016 vince Voltaia

La contrada rosso-nera pur partendo dall’ultima posizione riesce a scalare Montepulciano e conquistare la vittoria

AGIPRESS - MONTEPULCIANO - Era una delle contrade favorite, ma l’estrazione delle postazioni di partenza l’aveva relegata all’ultima posizione: una partenza difficile che non ha scoraggiato gli spingitori di Voltaia, Attilio Niola (Attila) e Matteo Paganelli (White Kenyan), e che sono arrivati per primi sul sagrato del Duomo.

L'ESTRAZIONE - La giornata a Montepulciano era iniziata con le migliori premesse, grazie a una splendida giornata di sole. Migliaia di persone tra contradaioli, cittadini e turisti hanno affollato Piazza Grande e le vie cittadine per tutta la domenica. Le estrazioni delle postazioni di partenza durante la mattina avevano fatto pensare a un epilogo diverso: la favorita Collazzi era stata infatti estratta in prima posizione, seguita da Talosa, San Donato, Gracciano, Poggiolo, Le Coste, Cagnano e Voltaia. 

LA GARA - Proprio la contrada di Collazzi, che era stata considerata come una delle principali candidate alla vittoria nei giorni precedenti alla corsa, è scattata in testa alla gara grazie alle capacità atletiche della coppia Ciro Franch (Aggiusto) e Pierangelo Bondi (Divino), ma gli spingitori di Voltaia hanno subito dimostrato che gli ottimi tempi fatti registrare durante le prove non erano stati casuali e i lunghi allenamenti avevano dato i loro frutti. Con un’emozionante sorpasso in via dell’Opio, la coppia di Voltaia ha superato gli spingitori di Collazzi e si è involata verso il sagrato del Duomo, trionfando con un tempo di 8 minuti e 44 secondi.

LA FESTA DI VOLTAIA - Attilio Niola e Matteo Paganelli sono stati portati in festa dai contradaioli e dal giovane rettore Alessio Bellari. Per “Attila” si tratta della terza vittoria in assoluto, mentre per “White Kenyan” è la prima vittoria. Una vittoria da subito dedicata al “Cica” Giordano Bellari, dirigente di Voltaia prematuramente scomparso nel corso dell’anno.

LA CLASSIFICA FINALE - Questo l’ordine di arrivo definitivo: Voltaia, Collazzi, Le Coste, Poggiolo, Talosa, Cagnano, San Donato e Gracciano. La contrada di Voltaia torna così alla vittoria dopo un anno di pausa, aggiudicandosi il suo quarto Bravìo delle Botti: nel 2014 era stato proprio Attilio Niola a trionfare assieme a Giacomo Valentini.

Agipress

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici