Menu
NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Terremoto, per le donazioni conto corrente unico in Toscana

Terremoto, per le donazio…

Attivo anche un indi...

Salute mentale, in Italia un milione di anziani con demenze

Salute mentale, in Italia…

Con una prevalenza d...

"Clowning e Alzheimer" nasce il primo corso in Italia per professionisti nella cura della persona con demenza

"Clowning e Alzheime…

Aperto a professioni...

SCIENZA - Fisici di Firenze e Orlèans dimostrano come gli anticorpi reagiscono a corpo estraneo. Come un "portiere"

SCIENZA - Fisici di Firen…

Esattamente come un ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Premio di Giornalismo di Monteverde, Sergio Staino e Flavio Pagano protagonisti

Premio di Giornalismo di Monteverde, Sergio Staino e Flavio Pagano protagonisti Premio di Giornalismo di Monteverde, Sergio Staino e Flavio Pagano protagonisti

Consegnati rispettivamente il Premio Monteverde "I borghi più belli d'Italia" e il Premio di Giornalismo.

AGIPRESS - Nel cuore dell'Alta Irpinia e nella spettacolare cornice del castello normanno di Monteverde, è stato consegnato, alla carriera, il Premio Monteverde "I borghi più belli d'Italia" a Sergio Staino. Il grande disegnatore, padre del celeberrimo personaggio Bobo, è stato premiato per il suo lungo, coerente, straordinario percorso intellettuale, che ha fatto di lui uno dei più importanti autori satirici italiani, notissimo anche sul piano internazionale. Il Premio di Giornalismo è stato invece assegnato a Flavio Pagano, per il suo impegno, anche dalle pagine del Corriere del Mezzogiorno, sui temi attuali e controversi dell'inclusione, della disabilità e delle complesse problematiche sociali  legate alla terza età. 

Nel corso dell'incontro, Pagano si è trasformato in intervistatore improvvisato di Staino e il dibattito scaturito è stato occasione per il racconto di gustosi episodi e retroscena della politica italiana e dei suoi protagonisti. In particolare, naturalmente, relativi al mondo della sinistra, discussa a tutto tondo, nelle sue occasioni mancate e nella attuale crisi d'identità, da D'Alema, a Bersani a Renzi. Un mondo che Staino conosce del resto come pochi, anche per aver collaborato nel corso della sua lunga attività di fumettista con giornali di orientamento addirittura opposto fra loro, come l'Unità e l'Avvenire. Esilarante l'episodio di un notissimo uomo politico che, confidandosi con Staino, gli disse che nella sua città natale tutti si aspettavano sempre che lui facesse un comizio. Naturalmente descriveva quei comizi come «gremiti e frequentati da personaggi della parte avversa, che rosicavano per il successo di quei bagni di folla», ma poi, trovandosi casualmente in quella città, quando Staino ebbe modo di parlare con il locale segretario della forza politica alla quale quell'importante leader apparteneva, ne ricevette una versione completamente diversa: «Abbiamo il problema», disse il segretario, «che lui vuol sempre fare i comizi. Solo che non vuol venire mai nessuno, e allora finisce che ci vengono solo i nostri avversari per godersi lo spettacolo dei suoi buchi nell'acqua!». «Tutto è finito, quando è nata l'antipolitica», ha sostenuto infine Staino, ravvisando nella figura di Craxi il momento di rottura fra due epoche, e il tramonto della «vecchia politica», da lui rimpianta.

I vincitori di questa prima edizione, come da statuto, e tradizione di molti prestigiosi premi non a candidatura ma a invito, diventeranno parte della giuria della prossima. Monteverde, membro dell'associazione I borghi più belli d'Italia è il primo comune italiano a dotarsi di un progetto barriere architettoniche zero e ha creato percorsi naturalistici per non vedenti, ospitando il primo campo scout non vedenti d'Europa. È sede di turismo enogastronomico e di turismo naturalistico.

Agipress

Ultima modifica ilMercoledì, 15 Agosto 2018 09:34
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici