Menu
Ritorno al lavoro, il decalogo per aziende e lavoratori per ridurre il rischio contagio

Ritorno al lavoro, il dec…

Roberto Burioni: “Il...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

MOSTRE STORICHE - I 500 anni del "Principe" alla Biblioteca Nazionale

I 500 anni de Il Principe, l'opera simbolo del grande scrittore fiorentino, Niccolò Machiavelli, al centro di una mostra alla Biblioteca Nazionale di Firenze I 500 anni de Il Principe, l'opera simbolo del grande scrittore fiorentino, Niccolò Machiavelli, al centro di una mostra alla Biblioteca Nazionale di Firenze

La ricorrenza dell'opera del Machiavelli celebrata da Firenze e dalla Toscana. L'esposizione presentata alla Stampa estera a Roma

ROMA - Il cinquecentenario del "Principe" di Machiavelli sarà celebrato da Firenze e dalla Toscana con una mostra dal prossimo 10 dicembre (data dell'annuncio in una lettera a Pier Vettori dello stesso Machiavelli della conclusione della stesura di un "trattatello") al 22 febbraio 2014. "E' stata una felice unione di forze e di volontà – ha affermato il presidente del comitato organizzatore Valdo Spini, presentando stamani (mercoledì 13 novembre) l'iniziativa nella sede della Stampa estera, a Roma, presente il suo presidente Maarten Val Aalderen – tra il Comune di Firenze, la Regione che ha finanziato la mostra, il Polo Museale, la Biblioteca Nazionale e l'Archivio di Stato che consente di portare a fondo una iniziativa dovuta ad una delle maggiori figure della nostra storia nella sua sua terra, dopo quella di Roma organizzata dall'Istituto dell'Enciclopedia Italiana e dalla Aspen University".

Ringraziando Valdo Spini per l'impegno e il lavoro svolto, l'assessore regionale alla cultura Cristina Scaletti ha sottolineato quanto la politica della Regione Toscana privilegi "il ricordo e la celebrazione della nostra storia come strumento di creazione e trasmissione culturale. Solo trasferendo la memoria nel vissuto di ciascuno di noi si può arrivare a farne metodo efficace di rapporto con la società per aiutarne la crescita".

La mostra, ospitata nelle sale monumentali della Biblioteca Nazionale di Firenze, raccoglierà circa novanta opere; di queste tredici messe a disposizione dal Polo Museale, tra cui non si può dimenticare la tavola Doria, esposta per la prima volta a Firenze dopo la prima del Quirinale a seguito del ritrovamento da parte di Carabinieri e magistrati e l'accordo con il Tokio Fuji Art Museum che l'aveva acquistata in buona fede. E poi i documenti rari e importanti messi a disposizione dall'Archivio di Stato di Firenze; tra gli altri la copia splendida dei vangeli su cui giuravano le cariche repubblicane, il bando e il cifrario degli ambasciatori.

 

Agipress

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici