Menu
Ritorno al lavoro, il decalogo per aziende e lavoratori per ridurre il rischio contagio

Ritorno al lavoro, il dec…

Roberto Burioni: “Il...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

“L’Italia del Père Lachaise”, parte il progetto culturale che celebra gli italiani illustri sepolti in Francia

“L’Italia del Père Lachaise”, parte il progetto culturale che celebra gli italiani illustri sepolti in Francia

AGIPRESS - FIRENZE - È partito dall’ambasciata italiana a Parigi il tour di presentazioni de “L’Italia del Père Lachaise”, progetto editoriale fortemente voluto dal Console Generale Emilia Gatto e promosso dal Comites Parigi, con il sostegno della Direzione Generale per gli Italiani all’Estero e le Politiche Migratorie.

“L’Italia del Père Lachaise” è un libro, edito da Skira, una guida, pubblicata dalle edizioni Laborintus, ed una app, concepiti per riscoprire le vite eccezionali di più di 60 personaggi illustri sepolti nel famoso cimitero parigino. Si tratta di italiani di nascita, d’origine o di cuore (vale a dire, diventati italiani per ragioni sentimentali, come ad esempio Maria Callas, sposata al veronese Giovanni Meneghini) che hanno vissuto e sono morti in Francia, dopo aver contribuito con le loro esistenze ad arricchire ulteriormente il legame che da sempre la cultura e la storia del nostro paese intrattengono con quelle dei nostri cugini d’Oltralpe. 

Una carrellata di personaggi più o meno noti, da Modigliani ai fratelli Rosselli, da Vincenzo Bellini a Ivo Livi, in arte Yves Montand, da Joachim Murat (francese re di Napoli) a Virginia Oldoini, contessa di Castiglione, che la maggior parte di noi conosce più che per il nome per le iconiche foto scattate da Pierre-Louis Pierson e ora conservate al Metropolitan Museum di NY. Per ognuno di loro è stata scritta una biografia da una serie di studiosi ed esperti, e un testo complementare da un cosiddetto “genitore adottivo”, un esponente del mondo culturale attuale che ha deciso di prendere parte al progetto in modo volontario. Si sono così raccolti un totale di 120 interventi scritti: tra i tanti, anche quello di Monica Bellucci, che ha partecipato alla presentazione all’ambasciata di Parigi nell’inedita veste di autrice della testimonianza sulla vita della più grande interprete rossiniana dell’800, Marietta Alboni, sua concittadina. Oltre ai contenuti bilingue, le biografie sono impreziosite da una ricca selezione iconografica con foto d’epoca, immagini delle tombe e cenotafi, ritratti e documenti d’archivio. 

AGIPRESS

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici