Menu
Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Nuova luce a PONTE VECCHIO, con la tecnologia a led

Pronto un progetto per un'illuminazione a led per Ponte Vecchio, più scenografica e con meno consumo di energia Pronto un progetto per un'illuminazione a led per Ponte Vecchio, più scenografica e con meno consumo di energia

Il progetto ha l'obiettivo di ridurre il consumo di energia, garantire minori costi di manutenzione e permettere un uso “scenografico” dell'illuminazione

AGIPRESS – FIRENZE - Si chiama “Nuova luce a Ponte Vecchio” ed è un progetto per illuminare al meglio il famosissimo ponte di Firenze grazie ad un appropriato uso delle nuove tecnologie a led. L’intervento garantisce la diminuzione drastica dei consumi di energia elettrica e i relativi costi di manutenzione dell’impianto: avrà inizio nella primavera del 2014 e sarà completato entro l'estate. L’idea nasce per volontà di Welt Electronic, azienda fiorentina che ha acquisito il contratto di distribuzione esclusiva per l’Italia del più importante costruttore mondiale di led, la giapponese Nichia. Per rendere concreta quest’idea, Welt Electronic ha coinvolto il Design Campus dell’Università degli Studi di Firenze con la responsabilità scientifica del professor Massimo Ruffilli, insieme ad un pool di aziende operanti sul territorio fiorentino. A fianco di Welt Electronic e Nichia c’è DGA, un’azienda fiorentina operante dal 1989 nella realizzazione di sistemi di illuminazione di alta qualità e tecnologia. Nel ruolo di coordinamento c’è Silfi, l’azienda fiorentina cui è affidato dal 1985 il servizio dell’illuminazione pubblica del Comune di Firenze.

Gli obiettivi del progetto sono sostituire gli attuali sistemi di illuminazione tradizionali del Ponte Vecchio con nuovi sistemi realizzati con tecnologia a led di altissima qualità per ridurre i consumi energetici in un’ottica di “green economy”, ridurre la manutenzione degli impianti di illuminazione, permettere un uso “scenografico” della luce grazie alla possibilità di utilizzare il colore, migliorare la qualità dell’illuminazione del monumento evidenziandone le caratteristiche architettoniche, artistiche e storiche.

Agipress

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici