Menu
Lotta ai tumori, al via il progetto Umberto

Lotta ai tumori, al via i…

Una Piattaforma cong...

Italia in balìa della crisi climatica, allarme piogge abbondanti al sud e fiume Po ridotto a torrente

Italia in balìa della cri…

Il Meridione ha baci...

6 dipendenti su 10 della PA a rischio burnout

6 dipendenti su 10 della …

Una ricerca rivela c...

Allergie nei bambini, è allarme: colpiti 4 su 10

Allergie nei bambini, è a…

Nei bambini al di so...

SCIENZA - L’asimmetria dentale ha effetti sulle aree del cervello associate alla memoria

SCIENZA - L’asimmetria de…

Può causare malattie...

Anche il cervello è colpito dal Covid-19: sintomi, complicanze e ripercussioni sulla gestione delle malattie neurologiche

Anche il cervello è colpi…

Uno studio sta racco...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Archeologia e digitale si incontrano grazie ad una App

Archeologia e digitale si incontrano grazie ad una App Archeologia e digitale si incontrano grazie ad una App

"Manliana App" è un nuovo progetto, realizzato dagli studenti dei Licei Poliziani di Montepulciano (SI).

AGIPRESS - SIENA - L’archeologia incontra il digitale grazie alla realtà aumentata. E’, infatti, possibile visitare con una App l’antica Statio Manliana, l’insediamento romano sulla Via Cassia Adrianea, strada di collegamento tra Chiusi e Firenze. ‘Manliana App’ è un nuovo progetto, realizzato dagli studenti dei Licei Poliziani di Montepulciano (SI), che verrà presentato oggi sabato 19 novembre, alle 16.30, presso il Teatro degli Oscuri a Torrita di Siena. Gli studenti delle classi 3D indirizzo Scienze Applicate e 3AB indirizzo Scientifico hanno lavorato all’idea per due anni, guidati dalla professoressa Sonia Casini, con la collaborazione della Fondazione Franchi e il supporto del professore Giampiero Turchi di Italia 3D Academy. La ricostruzione digitale del sito archeologico si è basata sui risultati delle ricerche effettuate dal Circolo culturale Fra Jacopo da Torrita in sinergia con la Soprintendenza, l’Università degli Studi di Siena e le amministrazioni comunali. “La nascita della App grazie al lavoro degli studenti- spiega Giulio Luzzi, Vicepresidente della Fondazione Franchi- ha saputo unire l’attività didattica alla valorizzazione delle scoperte in tema archeologico. Il progetto dimostra come gli istituti scolastici, creando eccellenze educative, possano valorizzare la ricchezza sociale e culturale del territorio nel quale sono inseriti”. AGIPRESS

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici