Menu
Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Tecnologia

AMBIENTE - Auto elettriche e ibride, nasce la prima rete nazionale di soccorso stradale

      AGIPRESS – FIRENZE - E’ nato in Italia il soccorso stradale per veicoli ibridi ed elettrici. A lanciare questo servizio specializzato per le auto più ecologiche è il gruppo Ima Italia Assistance. Il network di soccorso è costituito da una rete di assistenza certificata e completa, capace di intervenire per la messa in sicurezza delle auto ibride ed elettriche su tutto il territorio nazionale. “Davanti ad un mercato in profonda espansione, abbiamo predisposto un network specializzato - spiega Nicola Albarino, responsabile direzione rete fornitori di Ima Italia Assistance -. Le auto ibride ed elettriche necessitano una particolare specializzazione: non chiunque può soccorrere un automobilista in panne. Abbiamo formato ogni singolo Centro Ima con uno specifico corso per arrivare a quella che tecnicamente viene chiamata ‘abilitazione di livello. Il Gruppo Ima Italia Assistance può vantare una crescente rete capillare composta ad oggi da 500 soccorritori stradali in grado di intervenire ovunque, in modo tempestivo 24 ore su 24 in tutta Italia”.Negli ultimi tempi, a causa anche dell’aumento vertiginoso del prezzo dei carburanti, l’attenzione degli automobilisti verso i veicoli elettrici e ibridi è aumentata in modo esponenziale. I dati Unrae (Unione nazionale rappresentanti autoveicoli esteri) descrivono un incremento impressionante negli ultimi dieci anni: le auto ibride ed elettriche immatricolate sono passate da 153 nel 2002 a 7.660 nel 2012; con un balzo del 40% delle vendite nei soli ultimi due anni. Il trend di crescita viene confermato anche dai primi due mesi del 2013 con 2.001 veicoli immatricolati.«Sono ancora numeri piuttosto piccoli se confrontati all'intero mercato auto, ma sono numeri che evidenziano nuove esigenze e richiedono nuove soluzioni - osserva Nicola Albarino -. Nessuna auto è immune dagli imprevisti. Ma cosa fare quando si resta in panne con una macchina elettrica o ibrida? Una cosa è fondamentale sapere: non tutti possono intervenire. Non sono applicabili le modalità di intervento utilizzate per i tradizionali veicoli termici (benzina e diesel). Le auto elettriche hanno delle specifiche caratteristiche e sono diverse tra loro”. Agipress
    Leggi tutto...

    Siena abbatte il digital divide nelle aree rurali marginali

      AGIPRESS – SIENA - Nuova copertura internet per quattro territori compresi tra Radicofani, Casole d’Elsa, Isola d’Arbia e San Rocco a Pilli, in provincia di Siena. Il via verrà dato dopodomani a Contignano, comune di Radicofani, in Valdorcia, dal consorzio Terrecablate, attraverso il gestore privato Aria, con un nuovo servizio Wimax. In questo modo verrà eliminato il digital divide, valorizzando lo strumento della fibra ottica in alcune aree rurali fra le più svantaggiate della provincia di Siena.   Terrecablate ha provveduto a infrastrutturare il territorio con fibra ottica, tralicci e quanto necessario a rendere possibile la fornitura del servizio. «Si tratta – spiega il presidente del Consorzio Terrecablate Roberto Rappuoli – di una svolta epocale per queste aree. I cittadini e le imprese potranno godere di un loro diritto e cioè quello di poter competere nel mondo delle nuove tecnologie». «Questo intervento – aggiunge Enrico Borelli, direttore del Consorzio Terrecablate - ci ha consentito da un lato di continuare a valorizzare uno dei nostri asset principali, quello della fibra ottica, e dall’altro di aver creato un metodo riproponibile anche su altre aree svantaggiate del territorio provinciale».   "Nell'era della globalizzazione e dello sviluppo tecnologico la provincia di Siena, prima in Italia, ha deciso di abbattere il digital divide che separa la periferia dal centro, i cittadini e le istituzioni dalle nuove tecnologie”, spiegano i responsabili del Consorzio Terrecablate. Consorzio che nasce nel 2002 con l'obiettivo di dotare la provincia di Siena di una rete a banda larga in fibra ottica e dal 2007 diviene lo strumento per l'erogazione dei servizi di Ict ai propri soci. Attualmente la rete del Consorzio serve tutti i suoi soci (Comuni, Unioni dei Comuni e Provincia) per un totale di circa 800 chilometri d’infrastruttura realizzata  
      Leggi tutto...

      Newsletter

      Nome:
      Email:
      Mailing Lists:
      Tutte le notizie
      Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

      Seguici