Menu
MOSTRE - Rottami assemblati diventano opere d'arte, le creazioni di Paul Wiedmer

MOSTRE - Rottami assembla…

Cecina 15-28 maggio,...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Pistoia Capitale Italiana della Cultura 2017

Pistoia Capitale Italiana…

Presentate a Firenze...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Terremoto, per le donazioni conto corrente unico in Toscana

Terremoto, per le donazio…

Attivo anche un indi...

Salute mentale, in Italia un milione di anziani con demenze

Salute mentale, in Italia…

Con una prevalenza d...

"Clowning e Alzheimer" nasce il primo corso in Italia per professionisti nella cura della persona con demenza

"Clowning e Alzheime…

Aperto a professioni...

SCIENZA - Fisici di Firenze e Orlèans dimostrano come gli anticorpi reagiscono a corpo estraneo. Come un "portiere"

SCIENZA - Fisici di Firen…

Esattamente come un ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Wikimedia Italia, il web al servizio della conoscenza

Wikimedia Italia, il web al servizio della conoscenza Wikimedia Italia, il web al servizio della conoscenza

La cultura diventa digitale attraverso l’incontro tra la Gallerie degli Uffizi e Wikimedia Italia

AGIPRESS - FIRENZE - Valorizzare, digitalizzare e rendere fruibile a tutti il patrimonio italiano è stato lo scopo della prima edit-a-thon, la maratona di scrittura di Wikipedia, realizzata in collaborazione con la Galleria degli Uffizi e Wikimedia Italia, la fondazione che contribuisce alla diffusione gratuita dei contenuti nel mondo. Un vero e proprio evento culturale quello che si è svolto in questi giorni presso la Biblioteca degli Uffizi di Firenze che ha visto impegnati wikipediani e dipendenti del museo alla scrittura di undici nuove voci ed al perfezionamento di otto riguardanti l’ambiente dove si è svolta la manifestazione, la Sala Studio del Gabinetto dei Disegni e delle Stampe, alcune opere della collezione della Gallerie, gli artisti che le hanno realizzate oltre che a svariate figure di studiosi e collezionisti legati al museo. "Il nostro scopo - dichiara Luca Martinelli, Responsabile progetti di Wikimedia Italia - è far sì che l’enciclopedia libera e gli altri progetti fratelli vengano visti all’interno delle istituzioni culturali come un formidabile strumento di divulgazione scientifica. Esiste -aggiunge - un patrimonio enorme di conoscenza e di contenuti, ma anche moltissime persone in grado di poterne fornire i riferimenti alle fonti, primarie, e secondarie, che non vengono valorizzate come dovrebbero”. Un incontro tra esperti di cultura, addetti ai lavori e volontari di Wikipedia, che hanno gettato le basi per una corretta divulgazione della stessa attraverso uno strumento efficace quanto temuto soprattutto in questo campo, il web, in questo caso dimostratosi un formidabile alleato. “L’iniziativa rispecchia perfettamente i nostri obbiettivi strategici tesi ad accrescere al massimo livello l’accessibilità, la fruibilità, la rilevanza sociale e civica delle nostre collezioni grazie alla ricerca ispirata dalla divulgazione e, di conseguenza, alla divulgazione ispirata dalla ricerca" - afferma Eike Schmidt, Direttore delle Gallerie degli Uffizi. "Si può dire - chiude - che si tratta dell’espansione e puntuale traduzione, nell’era digitale, degli stessi ideali d’istruzione pubblica che, nell’era dell’illuminismo, Pietro Leopoldo di Toscana realizzò nella sua prima riforma dei musei  fiorentini”. (di Giulia Penna)

Agipress

Ultima modifica ilGiovedì, 02 Febbraio 2017 17:58
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici