Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

"Piccoli Mediterranei", il lungometraggio sulle storie dei giovani migranti presentato al Cartoons on the Bay

"Piccoli Migranti", il lungometraggio per dare voce alle storie dei giovani al Cartoons on the Bay "Piccoli Migranti", il lungometraggio per dare voce alle storie dei giovani al Cartoons on the Bay

Fare cartoni significa fare cultura, educare e trasmettere valori

AGIPRESS - TORINO - Unicef, Asifa e Cartoon Italia insieme per dare voce alle storie dei giovani migranti che raggiungono il nostro Paese. Presentato a Cartoons on the Bay, in corso a Torino, il progetto “Piccoli Mediterranei”, un lungometraggio che riunirà diversi corti, frutto del lavoro delle più importanti società d’animazione italiane. “Crediamo nella potenza dei cartoni – afferma Paolo Rozera di Unicef Italia –, l’animazione è il linguaggio della fantasia e dei sogni, che può aiutare a colmare la disinformazione. Fare cartoni significa fare cultura, ed è proprio sulla cultura che dobbiamo lavorare. Solo con la giusta conoscenza dei fenomeni possiamo aiutare questi bambini”. “Vogliamo creare sinergie tra tutti gli operatori italiani del comparto – dice Anne Sophie Vanhollbeke di Cartoon Italia – e il modo  migliore per crearle è lavorare su un progetto concreto. Il più concreto che potevamo trovare è un cortometraggio collettivo su una tematica tanto forte, i piccoli migranti”.  “Il progetto è occasione per fare sentire la voce di tutti quei bambini che nel mondo sono in pericolo" – sostiene Maruizio Forestieri di Asifa.

Agipress

Ultima modifica ilGiovedì, 06 Aprile 2017 17:22
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici