Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

BANDO ORIZZONTI 2020 – La ricerca toscana a caccia dei fondi europei

Fondi in arrivo in Toscana per progetti di ricerca Fondi in arrivo in Toscana per progetti di ricerca

La commissione europea finanzierà quattro delle cinque proposte. L'annuncio della vicepresidente della giunta regionale, Stella Targetti

AGIPRESS - FIRENZE – Sono quattro delle cinque proposte tematiche dal sistema toscano all’Europa per la costituzione di altrettante infrastrutture europee di ricerca (reti di università, centri di ricerca, laboratori) ad aver superato il vaglio della selezione e saranno quindi linee previste e finanziate dai bandi di “Orizzonte 2020″, il nuovo programma da 80 miliardi di euro voluto dalla Commissione europea. Lo rende noto Stella Targetti, vicepresidente della Regione Toscana e responsabile nei rapporti con il sistema toscano della ricerca.
Le proposte tematiche complessivamente presentate da tutti i soggetti europei della ricerca erano 550: ne sono passate 135, il 25%. “Il fatto che la percentuale dei promossi toscani si aggiri sull’80% non può che renderci orgogliosi – è stato il commento di Targetti -. Per il sistema questo è già un risultato importante che però ci impone un nuovo traguarda da raggiungere: ottenere i finanziamenti europei, obiettivo che perseguiremo continuando a fare squadra fra Regione ed enti di ricerca”.
Le proposte riguardano una infrastruttura europea per la robotica umanoide (coordinatori le Università di Siena e di Pisa con la Scuola Sant’Anna); un laboratorio sui “big data” e sul “social data mining”, la tecnica per estrarre informazione utili da insiemi di dati (Cnr Pisa e Università di Pisa); una infrastruttura per l’agricoltura sostenibile (Università di Firenze); la ricerca sulla fotonica del silicio (Sant’Anna e Cnit) e un progetto integrato per la ricerca europea sui beni culturali e in particolare sul patrimonio culturale (Cnr di Firenze e Università di Firenze).


Agipress

Ultima modifica ilMartedì, 11 Giugno 2013 16:04
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici