Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Zappone (Bankitalia Toscana) su ChiantiBanca: "Nonostante perdite resta istituto solido"

Zappone (Bankitalia Toscana) su ChiantiBanca: "Nonostante perdite resta istituto solido" Zappone (Bankitalia Toscana) su ChiantiBanca: "Nonostante perdite resta istituto solido"

Il commento della direttrice di Bankitalia Toscana in relazione all’ispezione eseguita nei mesi scorsi

AGIPRESS - FIRENZE - “Anche se presenti perdite nel bilancio 2016 ChiantiBanca è un istituto solido". E' quanto ha detto Luisa Zappone, direttrice di Bankitalia Toscana, in relazione all’ispezione eseguita, nei mesi scorsi, nella sede di ChiantiBanca. "Il fatto che siano state riscontrati degli errori nelle contabilizzazioni, oltre a mancate verbalizzazioni, non influisce su questa valutazione - ha aggiunto - presto incontreremo i nuovi esponenti della Banca, per ribadire loro le nostre linee guida, che sono sempre le stesse e valgono sia per ChiantiBanca, sia per le altre Bcc". Da Zappone l'invito al rafforzamento dei requisiti patrimoniali, che è possibile quando i flussi reddituali crescono. "Considerati i tassi bassi che ci sono attualmente - ha concluso - occorrerà rivedere le struttura dei costi, realizzare economie di scala, ed agire sul settore più complesso, ovvero quello dei crediti deteriorati".

Agipress

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici