Menu
Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Terremoto, per le donazioni conto corrente unico in Toscana

Terremoto, per le donazio…

Attivo anche un indi...

Salute mentale, in Italia un milione di anziani con demenze

Salute mentale, in Italia…

Con una prevalenza d...

"Clowning e Alzheimer" nasce il primo corso in Italia per professionisti nella cura della persona con demenza

"Clowning e Alzheime…

Aperto a professioni...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Via le scritte da Ponte Vecchio grazie alla tecnologia laser

Via le scritte da Ponte Vecchio grazie alla tecnologia laser

Iniziati oggi i lavori di rimozione delle scritte che deturpano la pietra del ponte.

AGIPRESS - FIRENZE - Si è svolto oggi il primo intervento del 2019 per la Fondazione degli Angeli del Bello di Firenze, in un luogo simbolo del capoluogo toscano, Ponte Vecchio. Dalle 9:30 del mattino, i volontari fiorentini, insieme al Sindaco ed all’Amministrazione comunale, si sono attivati per asportare le microscritte che flagellano il ponte; scritte piccole che danneggiano giorno dopo giorno la pietra forte. L’intervento si è svolto sulla terrazza panoramica che guarda ovest, verso il mare, dove è ubicato un monumento con il busto di Benvenuto Cellini, scultore ed orafo fiorentino, realizzato da Raffaello Romanelli ed inaugurato il 26 maggio del 1901. Le attività sono state possibili grazie all’utilizzo di un laser Blaster 50W che rimuove le più comuni vernici utilizzate per imbrattare le superfici murarie, donato agli Angeli del Bello dal Gruppo El.En di Calenzano, tra i leader mondiali nel settore dei laser per applicazioni industriali, medicali, e per il restauro conservativo delle opere d’arte. Il laser, che ha un valore economico pari a 60.000,00€, era stato già utilizzato dalla Fondazione 2 anni fa, in occasione dell’annuale festa, sulle superfici della Galleria delle Carrozze alla Stazione di Santa Maria Novella di Firenze. Oggi hanno partecipato all’intervento, a fianco dei volontari, specialisti di El.En S.p.A. di Calenzano, operatori dell’Azienda Italiana Servizi S.p.A., nuovo partner tecnico degli Angeli per il 2019 insieme a Sikkens, tutti coordinati e guidati dalla professionalità della restauratrice Daniela Valentini. 

«Un momento per dimostrare l’amore per Firenze, dei volontari ma anche di aziende famose nel mondo che intervengono al nostro fianco, nel costante aggiornamento e rispetto per le opere d’arte! - questo il primo commento del Presidente della Fondazione degli Angeli del Bello, Giorgio Moretti -. È importante, infatti, per tutti la conoscenza, l’aggiornamento ed il saper fare bene quelle piccole operazioni che ripristinano il decoro cittadino. Torniamo su un simbolo di Firenze per la terza volta in poco tempo – ha concluso Moretti - dopo la ripulitura delle pietre fatta due anni fa in occasione della nostra festa annuale e la rimozione delle tonnellate di lucchetti alla statua del Cellini realizzata insieme all’Associazione Ponte Vecchio, e se necessario procederemo con nuovi interventi. La cura del decoro ha bisogno di costanza e volontà!». 

«Dopo gli interventi sul Battistero, sulla Basilica di S. Maria Novella e su altri capolavori come la statua del Nettuno, in piazza della Signoria, siamo particolarmente felici di poter contribuire a ripulire un altro monumento di Firenze, famoso in tutto il mondo - ha commentato Paolo Salvadeo, Direttore Generale del Gruppo El.En. - La cura del patrimonio artistico internazionale è sempre stata ai vertici della mission del nostro Gruppo. Lo dimostrano anche gli interventi di ripulitura realizzati per numerosi siti Unesco ed altrettanti monumenti di tutto il mondo. Quello che presentiamo oggiAggiungi un appuntamento per oggi su Ponte Vecchio è solo l’ultimo esempio di quanto El.En voglia contribuire alla cura del patrimonio artistico e culturale delle nostre città».

«Continua la nostra lotta per difendere il bello dagli incivili – ha affermato il sindaco Dario Nardella -. Ringrazio gli Angeli del Bello ed El.En che ci consentono di utilizzare questa avanzatissima tecnologia laser per la prima volta al mondo per cancellare graffiti e scritte dai muri dei nostri palazzi storici e monumenti, con risultati migliori delle tecniche tradizionali. Vogliamo applicare questa tecnologia anche per altri complessi monumentali cittadini». «Scrivere sui muri, deturpare un monumento storico è un reato penale – ha sottolineato l’assessore Bettini -: i beni artistici sono di tutti e devono essere tutelati. Anch’io voglio ringraziare El.En per questo innovativo strumento e i volontari degli Angeli del bello che senza sosta, tutto l’anno, ci aiutano a tenere più pulita e decorosa la nostra città».

AGIPRESS

Ultima modifica ilMartedì, 08 Gennaio 2019 10:16
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici