Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

UNIVERSITA' - Studentesse dell'Ateneo pisano sul podio del P&G Award 2013

Studentesse pisane al P&G Award Studentesse pisane al P&G Award

Le finali si sono svolte a Roma, in gara otre 800 ragazzi da tutta Italia

   

AGIPRESS - Tre studentesse del corso di laurea magistrale in ingegneria gestionale si sono classificate al secondo posto al P&G Award 2013, il primo business game di Procter&Gamble Italia, una sfida appassionante fra studenti provenienti dalle più prestigiose Università italiane. I loro nomi sono Virginia Bigeschi, Antonia Ferramosca e Rachele Serra Botti. L'evento, che si è svolto nella fase finale a Roma il 5 e 6 giugno, è consistito in tre successive selezioni, a cui hanno partecipato più di 800 ragazzi, con il compito di definire proposte di innovazioni di prodotto e idee commerciali al fine di incrementare la penetrazione nel mercato dei prodotti della azienda promotrice l'iniziativa. 

"E' stata un'esperienza gratificante e molto costruttiva - ha dichiarato Antonia Ferramosca al termine della manifestazione - e ha permesso di confrontarci con ragazzi altamente preparati e provenienti da Università quali la Bocconi o la Luiss. Spero che l'Università di Pisa promuova sempre più questo tipo di attività, utili ad avvicinare i ragazzi alle più importanti realtà aziendali del nostro Paese".

Agipress

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici