Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

UNA MOSTRA ARCHEOLOGICA DIETRO LE SBARRE

Mostra archeologica dentro il carcere di Massa Marittima con i detenuti che faranno da guide Mostra archeologica dentro il carcere di Massa Marittima con i detenuti che faranno da guide

E’ stata inaugurata martedì 15 ottobre “l’arte dentro, dentro l’arte. Etruschi a Santa Teresa di Gavorrano”, allestita nel carcere di Massa Marittima. I detenuti faranno da guide. Un progetto unico in Toscana

AGIPRESS - MASSA MARITTIMA (GROSSETO) - “Prego signori, seguitemi da questa parte dove potrete ammirare alcuni splendidi ornamenti etruschi”. Cortesia, sicurezza, sorriso sulle labbra e un’ottima conoscenza del materiale esposto. Cosa c’è di strano? Che le esperte guide turistiche sono carcerati. Succede a Massa Marittima dove nella casa circondariale della Leccetina è stato messo in piedi un originale progetto. E’ stata inaugurata martedì 15 ottobre “l’arte dentro, dentro l’arte. Etruschi a Santa Teresa di Gavorrano”, una mostra archeologica molto particolare poiché allestita interamente dietro le sbarre. Si tratta di un progetto inedito, unico in Toscana non solo perché sono stati utilizzati gli ambienti della zona detentiva della struttura ma anche perché sono proprio i carcerati, appositamente formati, ad occuparsi dell’accoglienza degli ospiti e a guidarli in uno specifico percorso. La mostra consiste in una serie di interessanti reperti archeologici recentemente rinvenuti nel sito etrusco di Santa Teresa, nel territorio di Gavorrano.

Dal 26 ottobre l’esposizione sarà visitabile ogni sabato fino al 15 gennaio 2014, semplicemente prenotandosi con una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o per telefono chiamando lo 0566.904187. Il progetto è stato realizzato grazie alla direzione della casa circondariale, all’amministrazione comunale di Massa Marittima, alla Soprintendenza per i beni archeologici della Toscana, che ha concesso il prestito dei materiali, le autorizzazioni necessarie e ha realizzato l’allestimento della mostra presso il carcere, al Comune di Gavorrano, che ha prestato le vetrine per l’esposizione e l’apparato didattico della mostra e alla Cooperativa sistema museo che ha progettato e realizzato la formazione dei detenuti.  

(da Massa Marittima Chiara Calcagno)

Agipress

Ultima modifica ilVenerdì, 18 Ottobre 2013 17:52
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici