Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Uffici Postali, avanti con le chiusure. Regione Toscana e Comuni si mobilitano e chiedono incontro a Governo

Uffici Postali, avanti con le chiusure. Regione Toscana e Comuni si mobilitano e chiedono incontro a Governo Uffici Postali, avanti con le chiusure. Regione Toscana e Comuni si mobilitano e chiedono incontro a Governo

Ora il confronto diventa politico, chiesto incontro a Giacomelli e Lotti. Anci e Uncem compatti contro il piano tagli

AGIPRESS - FIRENZE – Non si placa l'agitazione per il piano di chiusure degli uffici postali in Toscana tanto che Regione, Anci e Uncem ripartono al contrattacco dopo la conferma da parte di Poste Italiane di proseguire nel piano di razionalizzazione che prevede la chiusura di 59 uffici postali su 65, un piano temporaneamente sospeso lo scorso aprile. E' stato deciso a termine di un incontro tenuto in Regione e al quale hanno partecipato i rappresentanti degli oltre 50 Comuni interessati, il vice presidente di Anci Toscana Sergio Chienni, il presidente di Uncem Oreste Giurlani. Per la Regione era presente il capo di gabinetto del presidente Rossi, Ledo Gori.

COLPITE FASCE POPOLAZIONE DEBOLE - Regione, Anci e Uncem hanno raccolto l'allarme dei sindaci per la conferma di un piano di tagli che, decisi in maniera unilaterale senza un confronto con le istituzioni coinvolte, rischia di colpire i cittadini che vivono in frazioni disagiate, montane e rurali eliminando, in molti casi del tutto, un presidio sociale prezioso soprattutto per la popolazione più anziana.

AZIONE LEGALE E POLITICA - L'azione coordinata decisa oggi proseguirà, in parallelo, sia sul piano legale, con nuovi ricorsi al Tar da parte di Comuni che lo vorranno, sia sul piano politico. E' proprio su questo versante che si è deciso di puntare con forza coinvolgendo il governo. La Regione contatterà i sottosegretari alla presidenza del consiglio Luca Lotti e allo sviluppo economico con delega alle Comunicazioni Antonello Giacomelli sollecitando un incontro in tempi brevi. Saranno coinvolti anche i parlamentari toscani e  verrà chiesto un incontro con l'Amministratore delegato di Posteitaliane. Il tavolo istituzionale con Regione, Anci, Uncem e tutti i Comuni interessati si riunirà nuovamente la prossima settimana per fare il punto della situazione.

Agipress

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici