Menu
Allergie nei bambini, è allarme: colpiti 4 su 10

Allergie nei bambini, è a…

Nei bambini al di so...

SCIENZA - L’asimmetria dentale ha effetti sulle aree del cervello associate alla memoria

SCIENZA - L’asimmetria de…

Può causare malattie...

Anche il cervello è colpito dal Covid-19: sintomi, complicanze e ripercussioni sulla gestione delle malattie neurologiche

Anche il cervello è colpi…

Uno studio sta racco...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Toscana, chiusi esercizi commerciali a Pasqua e Pasquetta. Nico Gronchi (Confesercenti): "Decisione sbagliata, la Regione colpisce piccole e medie imprese"

Toscana, chiusi esercizi commerciali. Nico Gronchi (Confesercenti): "Decisione sbagliata, la Regione colpisce piccole e medie imprese" Toscana, chiusi esercizi commerciali. Nico Gronchi (Confesercenti): "Decisione sbagliata, la Regione colpisce piccole e medie imprese"

Un’ordinanza che alla vigilia delle festività pasquali creerà pesantissime ripercussioni alla filiera della gastronomia, dell’alimentare.

(AGIPRESS) - FIRENZE - “La Regione Toscana sferra un pesantissimo colpo alle imprese medio piccole”. Così Nico Gronchi, Presidente di Confesercenti Toscana, in merito all'ordinanza n.42 del 2 aprile 2021 con cui la Regione Toscana ha deciso di chiudere, nei giorni di Pasqua e Pasquetta, gli esercizi commerciali ricompresi nell’allegato 23, fatta eccezione per farmacie, parafarmacie e rivendite di giornali. “Con questa ordinanza, oltre che nei contenuti, sbagliata nei tempi e nei modi, la Regione Toscana è addirittura andata oltre le chiusure stabilite dal Governo per i territori che si trovano in zona rossa, ha poi proseguito Gronchi. Ancora una volta si è scelto la chiusura tout court di chi non è responsabile dei contagi, senza alcun confronto preliminare con le categorie. Un’ordinanza che alla vigilia delle festività pasquali creerà pesantissime ripercussioni alla filiera della gastronomia, dell’alimentare, e cioè a quelle piccole e medie imprese di un settore fra i più colpiti dalla pandemia. Per non parlare della chiusura dei tabaccai e dei fiorai: è a loro che si devono i problemi di assembramento"? E' una decisione sbagliata - conclude Gronchi - o la Regione ritira l’atto o lo modifica in maniera sostanziale, oppure emergerà il tema del danno procurato alle imprese da questo assurdo ed immotivato provvedimento". AGIPRESS

Ultima modifica ilSabato, 03 Aprile 2021 09:13
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici