Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Paola Binetti: taglio incidenza fiscale prodotti a tabacco riscaldato costa 200mln a erario

Paola Binetti: taglio incidenza fiscale su prodotti a tabacco riscaldato può costare 200mln Paola Binetti: taglio incidenza fiscale su prodotti a tabacco riscaldato può costare 200mln

"Non c'è prova che siano meno dannosi per la salute". Interrogazione rivolta al Ministro della Salute.

AGIPRESS - Il taglio dell'incidenza fiscale sui prodotti a tabacco scaldato può costare 200 milioni all'erario senza che ci sia la prova che siano meno dannosi per la salute. A sostenerlo, in un'interrogazione rivolta al Ministro della Salute, la senatrice di Forza Italia Paola Binetti, secondo cui, pur in assenza di una valutazione tecnica di impatto tossicologico da parte del ministero della Salute, il tabacco riscaldato beneficia di uno sconto fiscale pari al 75% rispetto alle sigarette tradizionali da combustione. Lo sconto è stato infatti incrementato dalla manovra finanziaria approvata nel dicembre 2018 che ha dimezzato l'incidenza fiscale del tabacco riscaldato rispetto alle sigarette, riducendola dal 50% originariamente previsto all'attuale 25%, con una scelta che per la senatrice "priva l'erario di un potenziale cospicuo gettito aggiuntivo, stimabile in circa 200 milioni di euro se solo si riportasse il beneficio fiscale dall'attuale 25% al 50% originariamente previsto". La senatrice Binetti ha dunque chiesto al Ministro della Salute di dare riscontro sugli esiti delle domande proposte e di chiarire se lo sconto fiscale del 75% rispetto alle sigarette tradizionali non determini un vantaggio competitivo.

AGIPRESS

Ultima modifica ilLunedì, 02 Dicembre 2019 23:44
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici