Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

STATO DI EMERGENZA - Rossi firma il decreto per la Toscana

Una frana nella Valle del Serchio (Lucca), immagine emblematic a dei danni provocati in due giorni dal maltempo in Toscana Una frana nella Valle del Serchio (Lucca), immagine emblematic a dei danni provocati in due giorni dal maltempo in Toscana

Lo ha dichiarato la Regione, dopo i due giorni di frane e allagamenti, e riguarda tutte le province. In via di definizione la stima dei danni che dovrebbe interessare settanta comuni

AGIPRESS - FIRENZE - Stato di emergenza regionale. Lo ha dichiarato la Regione Toscana dopo gli allagamenti, le frane e i disagi provocati dalla pioggia e i temporali che si sono abbattuti tra domenica e lunedì. Il presidente della giunta, Enrico Rossi ha firmato oggi, martedì 22 ottobre, il decreto che riguarda tutte e dieci le province. La decisione tiene conto dei danni subiti dai cittadini e dalle imprese, dei collegamenti interrotti, delle case evacuate e degli edifici dichiarati inagibili. E' in via di definizione la lista dei comuni che hanno subito danni. Si dovrebbero aggirare attorno a una settantina: le province dove più numerosi sono i comuni coinvolti sono Lucca e Firenze.

Agipress

Ultima modifica ilMartedì, 22 Ottobre 2013 19:58
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici