Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

SOCIALE - Non autosufficienza, dalla Regione Toscana 82 milioni di euro

Fondi per la non autosufficienza Fondi per la non autosufficienza

Le somme verranno ripartite alle 34 zone distretto e alle Asl secondo i seguenti criteri: demografici; incidenza della popolazione in condizioni di disabilità e di non autosufficienza; persone non autosufficienti, disabili e anziane accolte nelle strutture residenziali e semi-residenziali

 

AGIPRESS – Questa mattina la giunta regionale ha approvato due delibere presentate dall’assessore al diritto alla salute della Regione Toscana Luigi Marroni. Questi provvedimenti stanziano 75 milioni di  euro che serviranno per estendere l’assistenza domiciliare alle persone con più di 65 anni (46 milioni), per finanziare gli interventi destinati alle persone non autosufficienti sotto i 65 anni (circa 4 milioni) e per dare soluzione al problema delle liste di attesa in Rsa, finanziando con 25 milioni 1.305 quote sanitarie aggiuntive.

Se a tutto questo sommiamo anche i 7 milioni circa che la giunta ha messo a disposizione per il progetto Vita Indipendente, per garantire a oltre 500 persone con grave disabilità un assegno mensile che va da 800 a 1.800 euro per la realizzazione di percorsi di autonomia, il totale stanziato per dare assistenza alle persone che non sono più in grado di soddisfare autonomamente i propri bisogni sale a 82 milioni di euro per il 2013. Una buona notizia se pensiamo che tutto questo avviene in un momento in cui, anche il governo nazionale ha praticamente azzerato il finanziamento di questi servizi.

Agipress

 

Ultima modifica ilLunedì, 29 Aprile 2013 16:26
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici