Menu
NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Terremoto, per le donazioni conto corrente unico in Toscana

Terremoto, per le donazio…

Attivo anche un indi...

Salute mentale, in Italia un milione di anziani con demenze

Salute mentale, in Italia…

Con una prevalenza d...

"Clowning e Alzheimer" nasce il primo corso in Italia per professionisti nella cura della persona con demenza

"Clowning e Alzheime…

Aperto a professioni...

SCIENZA - Fisici di Firenze e Orlèans dimostrano come gli anticorpi reagiscono a corpo estraneo. Come un "portiere"

SCIENZA - Fisici di Firen…

Esattamente come un ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Ragazzi con Sindrome di Down e il Tango: la mostra fotografica "Gotan 21 T"

Ragazzi con Sindrome di Down e il Tango: la mostra fotografica "Gotan 21 T" Ragazzi con Sindrome di Down e il Tango: la mostra fotografica "Gotan 21 T"

A cura del fotografo street Duccio Cantini che ha documentato con i suoi scatti.

AGIPRESS - FIRENZE - Si chama “Gotan 21 T” la mostra fotografica pensata per raccontare con le immagini una storia di tango, inclusione e allegria. Sarà inaugurata domenica 4 novembre alle 18 nei locali del Renaissance di Firenze (via Baracca, 1) e i protagonisti assoluti sono un gruppo di ragazze e ragazzi con la sindrome di Down che in questi anni hanno imparato a muovere i primi passi in Milonga. Le lezioni sono state organizzate - a partire dal 2015 - nell’ambito del progetto “Tango T21” (vincitore nel 2016 del concorso UISP Attività sul Sociale) portato avanti dal maestro Giovanni Eredia e dalla psicologa Eleonora Paparo. Le lezioni di tango, dedicate ad allievi con la sindrome di Down e non, hanno lo scopo di promuovere l’integrazione e l’inclusione sociale in un’ottica di condivisione della passione per il tango e il ballo. La bellezza del progetto sta nel dare ai ragazzi con SD l’opportunità di uscire dalla dinamica “associazione-famiglia” e di frequentare un luogo di studio, insieme ad altre persone accomunate questa volta soltanto dalla stessa passione per il tango. L’obiettivo finale è che i ragazzi possano andare in Milonga (il luogo adibito al ballo del tango) e ballare con tutti, scoprendo l’unicità dell’abbraccio del tango in ogni tanda (la sequenza dei brani). 

Grazie agli scatti del fotografo street Duccio Cantini, sono stati impressi alcuni momenti delle lezioni e i sorrisi dei ragazzi alle prese con i primi passi di tango. “I ragazzi hanno condiviso con me un'ora a settimana del loro tempo, un tempo "speciale" perché "normale" – spiega il fotografo - Gotan 21 T è il progetto che vuole documentare e mostrare la vittoria dell'attività "Tango T21", nata qualche anno fa dall'idea di un insegnante di tango e una psicologa-ballerina , con l'intento di dare la possibilità a persone con SD di vivere una nuova esperienza e di avere uno spazio diverso che non si collocasse necessariamente tra le braccia preziose, seppur limitative, di familiari o associazioni”.

Agipress

Ultima modifica ilMartedì, 30 Ottobre 2018 22:33
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici