Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

PROTEZIONE CIVILE – Una “App” per informare i cittadini sulle allerte meteo

PROTEZIONE CIVILE – Una “App” per informare i cittadini sulle allerte meteo PROTEZIONE CIVILE – Una “App” per informare i cittadini sulle allerte meteo

Con la nuova tecnologia si potranno avere informazioni in tempo utile su rischi e comportamenti da tenere. Greve in Chianti primo comune della Provincia di Firenze a sperimentare il progetto. Sette i comuni pilota in Toscana

 

AGIPRESS – FIRENZE – E' Greve in Chianti il primo Comune della provincia di Firenze a mettere a disposizione dei propri cittadini la “App” denominata “ProCiv Pas” (Prevenzione Allertamento Sicurezza) per comunicare - in maniera semplice ed intellegibile - gli stati di allerta e i principali contenuti del Piano di protezione civile comunale. Ad illustrare l'iniziativa, nel corso di una conferenza stampa svoltasi stamani, il sindaco di Greve in Chianti, Alberto Bencistà, il presidente di Uncem Toscana, Oreste Giurlani e Federico Binaglia, responsabile del progetto. Progetto nato un anno fa, che ha fino ad oggi coinvolto sette comuni toscani (oltre a Greve ci sono Pistoia, Arezzo, Calci, Cortona, Pescaglia e Subbiano), ed ha come obiettivo un sistema innovativo di comunicazione del Piano di protezione civile. “L'intento è rendere più efficace il sistema di Protezione civile – ha spiegato Giurlani –. Grazie alla tecnologia i cittadini possono essere informati tempestivamente, cosa che fino ad oggi non sempre è stata possibile”. “I tanti episodi di allerta maltempo, i più recenti e drammatici in Sardegna, hanno confermato la scarsità e genericità di informazioni ricevute dai cittadini – ha sottolineato ad Agipress il sindaco di Greve Bencistà – Con il nuovo sistema potremo superare questo handicap. La 'App' ci fa fare un salto di qualità: si parte con sette comuni in Toscana ma la nostra esperienza potrà servire a tutti gli altri”.

Lo strumento che è stato sviluppato da Pro.Ge.Com, la società incaricata da Anci Innovazione, è assolutamente innovativo. Si tratta di una soluzione comunicativa integrata basata sulla realizzazione di una “App” per smartphone e iPhone e di un sito web il cui indirizzo è: www.procivpas.it. L’obiettivo, appunto, è quello di comunicare in maniera comprensibile da chiunque i contenuti delle allerte meteo ufficiali diramate dal Centro funzionale regionale (l’ente della Regione Toscana a ciò deputato) e dei principali elementi del nostro Piano di protezione civile. “Il responsabile della Protezione civile nazionale Franco Gabrielli si è detto entusiasta dell'App' e del sito – ha sottolineato Binaglia – Con un semplice click si può vedere lo stato di allerta con tutti i dati necessari”. Si può infatti visualizzare il livello dell’allerta meteo in corso e le norme comportamentali corrette, visualizzare in mappa le carte di pericolosità ufficiali relative ai rischi di frane e allagamenti,  cercare i luoghi più sicuri, accedere a informazioni dettagliate su aree di attesa, visualizzare una sezione dedicata al soccorso di emergenza, accedere ai  dati delle associazioni comunali di Protezione Civile e molto altro ancora.

Agipress

Ultima modifica ilSabato, 01 Febbraio 2014 18:28
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici