Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

PRODOTTI TIPICI - A San Casciano Val di Pesa, Firenze, nasce "Airo", un ponte di collegamento tra produttori di olio e ristoratori

La tutela dell'olio toscano di qualità passa da un patto tra produttori e ristoratori La tutela dell'olio toscano di qualità passa da un patto tra produttori e ristoratori

I promotori: “I ristoratori sono un veicolo molto importante per la qualità dei prodotti che propongono ai clienti proprio perché hanno un rapporto quotidiano e diretto con il pubblico”

   

AGIPRESS – Un patto tra ristoranti e produttori agricoli  a favore della tutela e della promozione dell’olio di qualità . Il patto è un’associazione  a carattere internazionale che si chiama Airo e nasce a San Casciano con l’obiettivo di incrementare la presenza a tavola di olio di qualità attraverso la creazione di una rete di relazioni, contatti e collaborazioni fra agricoltori e professionisti della ristorazione. E’ proprio dalla collaborazione tra un ristoratore e un produttore che Airo ha attivato un ponte di collegamento tra le due realtà con l’obiettivo di aiutare i ristoratori a capire l’importanza dell’olio in cucina attraverso l’organizzazione di corsi, eventi e serate a tema. Tra le iniziative la prima edizione di un concorso intitolato “Liquor d’Ulivi” che alcuni giorni fa ha selezionato non solo gli oli che si sono distinti per le loro caratteristiche chimiche ed organolettiche, ma ha riservato un premio anche al ristorante che si è contraddistinto per la scelta, la valorizzazione e il corretto abbinamento dell’olio in cucina e in tavola. Una parte dei premi è stata assegnata grazie alla caratterizzazione del profilo dinamico dei campioni effettuata dalla Sezione di Tecnologie Alimentari dell’Universitá di Firenze tramite il metodo del Temporal Dominance of Sensations (TDS). “I ristoratori - dichiarano i promotori - sono un veicolo molto importante per la qualità dei prodotti che propongono ai clienti proprio perché hanno un rapporto quotidiano e diretto con il pubblico; è di fondamentale importanza che l’olio proposto, elemento essenziale della cucina toscana, abbia le qualità chimiche ed organolettiche più adatte ad accompagnare la ricetta”.

Agipress

 

Ultima modifica ilLunedì, 06 Maggio 2013 18:10
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici