Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Poste: riduzione giorni di consegna, Comune Londa approva ordine del giorno

Poste: riduzione giorni di consegna, Comune Londa approva ordine del giorno Poste: riduzione giorni di consegna, Comune Londa approva ordine del giorno

Il Sindaco: "La consegna giornaliera è un servizio fondamentale per la coesione della società"

AGIPRESS - FIRENZE - Un nuovo grido di allarme proviene da un piccolo comune montano: Londa dice no alla riduzione della consegna della corrispondenza, come prospettato recentemente da Poste Italiane. Dalla consegna giornaliera, dal mese di febbraio si passerebbe alla consegna 5 giorni su 14, cioè 3 giorni la prima settimana e 2 gironi la seconda alternativamente. Si prevede per il piccolo comune dell’Alta Valdisieve e per gran parte dei piccoli comuni d’Italia una nuova riduzione di servizi: già nella legge di stabilità del 2015 si prevedeva una modifica del servizio postale universale con la riduzione della consegna della posta e pare che adesso questa eventualità si stia concretizzando, come è peraltro già successo in altre località montane. Per questo la Giunta Comunale di Londa ha approvato un ordine del giorno, contro questa eventualità, partendo dal principio che “la consegna della corrispondenza ha permesso il mantenimento di un servizio fondamentale per la coesione della comunità”. Nel documento Sindaco ed Assessori chiedono al Governo, al Parlamento ed a Poste Italiane di sospendere l’attivazione del nuovo modello di recapito e di raccolta della posta che prevede una drastica riduzione del servizio e di mantenere invece il servizio di distribuzione giornaliera della corrispondenza “anche grazie – si spiega nel testo – all’introduzione dell’operatore polivalente”. In questo senso l’Amministrazione londese chiede al Governo e al Parlamento di “attivare ogni possibile azione in ordine al servizio postale universale al fine di garantire in tutti i comuni, senza distinzione, un servizio postale di qualità  e funzionale alla comunità”. Oltre a questo nel documento si richiede di “individuare con Poste Italiane, in accordo con le associazioni che rappresentano gli enti locali, un modello organizzativo specifico per le aree rurali e montane del paese, attivando sportelli multiservizio, sportelli automatici, servizi di tesoreria a favore degli enti locali”. 

Agipress

Ultima modifica ilGiovedì, 26 Gennaio 2017 14:40
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici