Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

NO ALLEVAMENTI ANIMALI PER VIVISEZIONE - Da oggi è Legge

NO ALLEVAMENTI ANIMALI PER VIVISEZIONE - Da oggi è Legge NO ALLEVAMENTI ANIMALI PER VIVISEZIONE - Da oggi è Legge

Divieto di allevamento sul territorio nazionale di cani, gatti e primati destinati alla sperimentazione, limitazioni a test sugli animali e incentivi per metodi alternativi

AGIPRESS - FIRENZE - “Mai più Green Hill: era uno slogan, ora è una legge”. L’on. Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega Italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente, lo ha ricordato a Lecco, al termine della "marcia" per la città con i tanti beagle liberati dal tristemente noto lager bresciano e le loro famiglie, organizzata per festeggiare l’entrata in vigore della norma scritta dall’ex ministro e condotta in porto attraverso due legislature, che vieta l’allevamento sul territorio nazionale di cani, gatti e primati destinati alla vivisezione e mette importanti limitazioni a test sugli animali.

IL DECRETO E LE NOVITA' - Il decreto che recepisce in forma restrittiva la “sciagurata” direttiva europea 2010/63, cosiddetta ”sulla protezione degli animali utilizzati a scopi scientifici”, entra dunque in vigore oggi. Non solo contiene alcuni importanti divieti oltre a quello di aprire nuove “Green Hill” (ad esempio, il divieto di effettuare esperimenti su scimmie antropomorfe, di sperimentazione sugli animali per ricerche su sostanze d'abuso e xenotrapianti, di esperimenti per la produzione e il controllo di materiale bellico, di esercitazioni su animali per la didattica e alto ancora) ma per la prima volta promuove e incentiva anche economicamente l’adozione di metodi alternativi alla sperimentazione in vivo. “Questa legge fortemente voluta e sentita dalla pubblica opinione – sottolinea l'ex ministro – è la testimonianza di una nuova cultura di amore e rispetto per gli animali ed i loro diritti e ci colloca all’avanguardia in Europa sull’ancor lunghissima strada che porta all’abolizione definitiva della vivisezione. Solo il sostegno a metodi sostitutivi garantisce una ricerca etica e veramente affidabile per l'uomo”. “Il divieto di allevare cani, gatti e primati destinati ai laboratori – aggiunge l’on.Brambilla – è la realizzazione di una promessa che avevo fatto a quei poveri cagnolini fin da quel giorno del 2011 in cui, ancora da ministro, ho effettuato un blitz all'interno di Green Hill, e ho visto con i miei occhi in quale inferno vivevano, in attesa di morire tra atroci sofferenze nei laboratori di vivisezione di tutto il continente. Ma è anche la realizzazione di una promessa fatta a milioni di italiani che di lager come quello di Montichiari e di vivisezione non vogliono più saperne”. Parole accolte dagli applausi dei presenti (buona parte delle oltre trecento famiglie lecchesi affidatarie di un beagle) e dai bau-bau degli ex detenuti, certamente felici di poter scorrazzare sull’erba, definitivamente salvi.

Agipress

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici