Menu
Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

MONDIALI DI CICLISMO – Alla Dideriksen l'oro nella gara in linea Donne Junior

Amalie Dideriksen taglia il traguardo e si aggiudica il titolo iridato Donne Junior, gara in linea (Bettini Photo) Amalie Dideriksen taglia il traguardo e si aggiudica il titolo iridato Donne Junior, gara in linea (Bettini Photo)

La danese ha preceduto in una volata a tre la russa Iakovenko e l'ucraina Demydova

 

AGIPRESS – FIRENZE - E’ la danese Amalie Dideriksen la nuova Campionessa del Mondo della Gara in linea Donne Junior. Ha preceduto, in una volata a tre, al termine di una lunga fuga che ha caratterizzato tutta la gara, la russa Anastasiia Iakovenko e l’ucraina Olena Demydova.

Pochi chilometri dopo il via, dato alle 8,30, parte la fuga che si rivelerà decisiva: escono dal gruppo la tedesca Knauer, l’ucraina Demydova e la russa Iakovenko, raggiunte all’inizio del terzo giro dalla colombiana Meneses e dalla danese Dideriksen. Le cinque al comando toccano un vantaggio massimo di 2’35” (al km 36) nei confronti del gruppo, assottigliato ad una quarantina di unità già nel corso della terza tornata (su cinque previste), mentre al penultimo passaggio a Fiesole, dalla testa della corsa, perde contatto la tedesca Knauer. Restano così in quattro, con 1’21” di vantaggio sul gruppo (composta da 22 unità) all’inizio dell’ultimo giro. Allo scollinamento della salita di Fiesole il vantaggio è ancora consistente: 1’15” sul gruppetto inseguitore. Poco prima dell’imbocco della salita di via Salviati però, la sfortuna colpisce la colombiana Meneses, che incappa in una foratura e resta tagliata fuori dalla lotta per le medaglie. La sfida a tre si risolve allo sprint, lanciato dalla Demydova, con la Dideriksen che esce agli ultimi 100 metri e va a conquistare, con un netto margine, la maglia iridata. La miglior italiana al traguardo è stata Ilaria Bonomi, 23a, mentre Angela Maffeis ha chiuso 24a, ma è stata vittima di una caduta nel finale, proprio dopo essere scattata dal gruppo principale per puntare ad un piazzamento fra le prime dieci.

 

Agipress

 

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici