Menu
Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

LAVORO - LiberaLadomenica, 23.000 firme da Unicoop Firenze

Campagna "LiberaLadomenica" Campagna "LiberaLadomenica"

Unicoop Firenze ha consegnato alla Confesercenti 23.000 firme raccolte per dire “no” alle aperture indiscriminate nei giorni festivi 

     

AGIPRESS - 23 mila “no” al lavoro durante le feste. Questa l’eredità passata da Unicoop a Confesercenti, che ha promosso l'iniziativa con il sostegno della Cei e unirà queste firme al consistente numero già raccolto in Italia (oltre 140.000) per sostenere un disegno di legge di iniziativa popolare che parta dalla concertazione territoriale per definire una nuova programmazione delle aperture domenicali e festive.

In altre parole si mette di nuovo nelle mani di Regioni e Comuni la facoltà di decidere autonomamente rispetto alle esigenze del territorio.

Dalla Confesercenti Firenze commentano: “Ad oltre un anno di distanza dalle famigerate disposizioni con cui il "Decreto SalvaItalia" introdusse i principi di liberalizzazione selvaggia in tema di orari, i dati in nostro possesso, confermano che avevamo ragione nel sostenere che tale provvedimento non avrebbe comportato alcun processo di crescita economica ed imprenditoriale, spostando “sic et simpliciter” i consumi nei week-end, con maggiori oneri per le imprese”. Si ricorda che la campagna “LiberaLa domenica” si chiuderà il prossimo 30 Aprile 2013.

Dato il numero importante di adesioni la Corte di Cassazione dovrebbe ritenere ammissibile la proposta di legge popolare con conseguente impegno del Parlamento a calendarizzarne la discussione.

Agipress 

Ultima modifica ilMercoledì, 24 Aprile 2013 11:56
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici