Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

LA PROPOSTA - Un’unica autorità portuale per tutta la Toscana

Il vicepresidente della Provincia di Livorno chiede un sistema unico dei porti in tutta la Toscana Il vicepresidente della Provincia di Livorno chiede un sistema unico dei porti in tutta la Toscana

La proposta del vicepresidente della Provincia di Livorno in una lettera al presidente Rossi. “Carrara, Livorno e Piombino un solo sistema di porti”

AGIPRESS – LIVORNO - Un’unica autorità portuale per tutta la Toscana. Lo chiede il vice presidente della Provincia di Livorno, Fausto Bonsignori, con una lettera aperta al presidente della Regione ,Enrico Rossi. “Proprio in questo periodo  dove sarebbero necessarie scelte condivise per combattere la crisi – scrive Bonsignori nella lettera -  si assiste ad un anacronistico dibattito basato su un presunto conflitto di interessi e rivalità tra i porti che si estende ai territori.  Chi vuole scappare perché si sente oppresso e con ottocentesco slancio si propone come ‘sbocco al mare’ del vasto territorio che va dalla Maremma all'Amiata; chi si preoccupa se non arrivano finanziamenti che invece sembra possano godere altri”. Bonsignori propone una diversa lettura: “Proviamo a ragionare sul fatto che i tre grandi porti toscani: Carrara, Livorno e Piombino (in ordine alfabetico) vista la loro vicinanza potrebbero essere un solo sistema portuale. Un grande sistema portuale che ha tutte le potenzialità per  porsi sul mercato dei traffici internazionali in maniera autorevole ed essere certamente più appetibile di quanto non siano i tre porti presi singolarmente. Si potrebbero e dovrebbero sfruttare le differenti caratteristiche che li rendono complementari e si darebbe concreta applicazione a certe parole troppo spesso dette e poche volte messe in pratica: sistema e sinergia. E' ovvio che il sistema porto della Toscana dovrebbe avere una sola autorità portuale per governare lo sviluppo equilibrato dei tre siti dello stesso scalo – conclude il vice presidente della Provincia di Livorno - . Credo che la Regione Toscana potrebbe attivare un percorso di lavoro coinvolgendo il ministero e le autonomie locali interessate. Certo non mancheranno resistenze campanilistiche e varie difficoltà ma potrebbe valere la pena di provarci con convinzione”.


Agipress

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici