Menu
Allergie nei bambini, è allarme: colpiti 4 su 10

Allergie nei bambini, è a…

Nei bambini al di so...

SCIENZA - L’asimmetria dentale ha effetti sulle aree del cervello associate alla memoria

SCIENZA - L’asimmetria de…

Può causare malattie...

Anche il cervello è colpito dal Covid-19: sintomi, complicanze e ripercussioni sulla gestione delle malattie neurologiche

Anche il cervello è colpi…

Uno studio sta racco...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

La Fondazione Nadia Toffa e l'associazione La Cura Sono Io lanciano lo "Sportello Oncologico Digitale"

Maria Teresa Ferrari e Margherita Toffa Maria Teresa Ferrari e Margherita Toffa

Per i malati sarà possibile ricevere informazioni in ambito sanitario e sulla prevenzione, prenotare in tempo reale parrucchiera ed estetista oncologica, partecipare ad incontri di meditazione e presentazioni di libri.

AGIPRESS - Fondazione Nadia Toffa e l'associazione scaligera La Cura Sono Io hanno scelto di affrontare il cammino insieme e di unire le forze per la creazione di una rete a sostegno delle donne colpite dal cancro e di importanti progetti di prevenzione, assistenza ed educazione alla salute. Primo tra tutti, lo Sportello Oncologico Digitale, un progetto pilota di rilevanza nazionale, pensato per fornire un aiuto concreto e gratuito ai pazienti oncologici, nato da un'idea di Maria Teresa Ferrari, fondatrice e presidente dell'associazione La Cura Sono Io e vincitrice, nel 2017, del premio Victoria istituito dalla rivista "27esimaora". "L'idea dello sportello è nata durante la pandemia, quando per molti malati è diventato ancora più difficile e complesso gestire la propria quotidianità. – dichiara Maria Teresa Ferrari - Da lì, la volontà di dare vita ad un progetto per agevolare soprattutto le donne, ma non solo, ad accedere a quei servizi che diventano essenziali dopo una diagnosi oncologica, che vanno dalla parrucchiera all'estetista, ma anche supporto per avere informazioni sanitarie e partecipare ad iniziative culturali”. 

L’obiettivo è aiutare il malato e i suoi familiari nel momento in cui si trovano ad affrontare un cancro, malattia che provoca un profondo senso di incertezza e di impotenza. Un’esperienza che investe tutte le dimensioni dell’esistenza: psicologica, fisica, umana, spirituale. Grazie allo sportello, i malati avranno accesso a numerosi servizi utili, potranno prenotare in tempo reale la parrucchiera e l'estetista oncologica, partecipare ad incontri di meditazione, benessere, presentazioni di libri, ricevere informazioni in ambito sanitario e sul tema della prevenzione. Realizzato con il patrocinio del Comune di Verona, Assessorato alle Pari Opportunità, ULSS 9 Scaligera, AOUI Verona, AMMI Verona, lo Sportello Oncologico Digitale si rivolge soprattutto alle donne con tumore al seno, ma i servizi offerti sono usufruibili anche da altri malati oncologici. Grazie alla sinergia instaurata con le due aziende sanitarie, ULSS 9 Scaligera e all’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata (AOUI) di Verona, e alle rispettive Breast Unit, garantirà la presenza e il sostegno anche per quanto riguarda quelle attività, extra ospedaliere, utili nel percorso della cura. Il progetto è sostenuto dalla Fondazione Nadia Toffa, fondata e presieduta da Margherita Toffa, madre di Nadia, amata giornalista e conduttrice televisiva scomparsa nel 2019. “Con la collaborazione tra la nostra Fondazione e La Cura sono Io, realizziamo un desiderio cui Nadia teneva tantissimo: creare una rete di donne per aiutare chi ha bisogno di cure.  – dichiara Margherita Toffa - Nadia si è sempre battuta per dare un aiuto concreto a chi ne ha bisogno e ai soggetti che operano tutti i giorni per migliorare la salute e la vita delle persone più deboli e indifese. Le donne non mollano mai e quando collaborano assieme sono ancora più forti”.

Lo Sportello è accessibile dal sito lacurasonoio.it. e dal sito dell’ULSS 9 Scaligera di Verona, ed è per ora rivolto ai pazienti di Verona e Provincia, ma è già in lavorazione una APP, che verrà lanciata a breve, e che renderà i servizi accessibili a tutti i malati d’Italia. “La APP che stiamo progettando sarà di pronta e facile lettura, realizzata con un’interfaccia semplice, per facilitarne l’utilizzo e l’immissione di foto e dati – precisa Maria Teresa Ferrari -  Tra le sue funzioni avrà anche il programma “Il Mio Diario” tramite cui il paziente e i suoi familiari potranno archiviare giorno per giorno un resoconto dei sintomi, dei farmaci assunti, degli alimenti e altri dati utili da tenere sempre a portata di mano”. 

I SERVIZI DELLO SPORTELLO ONCOLOGICO DIGITALE IN DETTAGLIO - Sullo sportello digitale, il malato troverà varia documentazione tra cui video, materiali, questionari, articoli, interviste e potrà mettersi in contatto, attraverso indirizzi email e numeri di telefono dedicati, con consulenti e professionisti tra cui parrucchieri, estetiste oncologiche, operatori del patronato, legali, bioeticisti, naturopati. Sarà possibile prenotare il taglio gratuito dei propri capelli, in caso di terapie antitumorali che possano causare la caduta degli stessi, scegliendo il salone più comodo tra i tanti inseriti nella rete dello sportello, ed essere consigliati nella scelta di parrucche e copricapi. L’estetista oncologica contribuirà a proteggere la cute dalle tossicità, a risolvere inestetismi e a lenire fastidi e irritazioni provocati dalle terapie oncologiche. Contattando il patronato della UIL, inoltre, si potrà aver un sostegno socio-assistenziale e conoscere gli strumenti di tutela del posto di lavoro e di conciliazione dei tempi di cura e di lavoro. La bioeticista aiuterà la persona a creare quel terreno di condivisione con la sua equipe curante, attraverso il quale potrà giungere a compiere scelte in modo responsabile. Se una metà del cuore dello sportello sarà dedicata ai servizi, l’altra metà riserverà spazio alla “Bellezza che nutre”. Si potranno “frequentare” virtualmente teatri, concerti e musei, ma anche ascoltare, restando comodamente seduti in poltrona, pagine di letteratura o praticare meditazioni per rilassarsi. La finalità dello sportello oncologico, oltre alle molteplici attività di promozione di stili di vita salutari e del benessere psico-fisico, mirati alla cura di sé, mette al centro anche la prevenzione e fornirà anche una guida con l’obiettivo di aiutare a ridurre il rischio di ammalarsi attraverso uno stile di vita migliore e di aiutare a capire quando è necessario rivolgersi al medico. Sul sito de La Cura Sono Io sono già presenti i servizi di fisco e diritti, consulenza etica, taglio capelli e consulenza parrucche, consigli di estetica oncologica, di benessere, naturopatia, lettura espressiva, intrattenimento culturale, informazioni sulle attività del Progetto Convivio dell’Oncologia e i servizi clinici di supporto psicologico e nutrizionale. AGIPRESS

Ultima modifica ilVenerdì, 15 Ottobre 2021 13:19
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici