Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

INIZIATIVE - FIRENZE - Cordone di "Dalla parte di Abele" lancia lo sciopero della fame e della sete a Ferragosto a favore delle vittime della criminalità

Un digiuno per le vittime della criminalità Un digiuno per le vittime della criminalità

Marco Cordone figlio di Antonio noto sportivo ucciso da un criminale il 26 Dicembre 1989, è fondatore di "Dalla parte di Abele"

AGIPRESS - Per ricordare tutte le vittime della criminalità e per la certezza ed effettività della pena. Sono aperte le adesioni all'iniziativa "Certezza della pena. Io digiuno per Abele". Dalle ore 21 di mercoledì 14 agosto alle ore 21 di giovedì 15 agosto 2013 Ferragosto, Marco Cordone, figlio di una vittima della criminalità e fondatore del Comitato "Dalla Parte di Abele" (il padre di Marco, Antonio, noto sportivo fiorentino, fu ucciso da un criminale pluriomicida senza nessun motivo, il 26 dicembre 1989), farà lo sciopero della fame e della sete per sensibilizzare l'opinione pubblica sulle problematiche delle vittime della criminalità e dei loro parenti, troppo spesso dimenticate e non tutelate, che chiedono giustizia e non vendetta e per la certezza e l'effettività della pena per chi delinque. "Si cerca di andare avanti ma è dura, molto dura" afferma Cordone, il quale invita tutti i cittadini che lo possano fare, ad unirsi alla sua protesta, confermando l'adesione allo sciopero della fame e della sete di Ferragosto, con l'invio di un SMS al 338 6451156, oppure con una e- mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure con un FAX allo 055 2761230, con scritto: " CERTEZZA DELLA PENA. IO DIGIUNO PER ABELE." . L'adesione alla suddetta iniziativa, può essere anche un'adesione morale.

Agipress

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici