Menu
Anche il cervello è colpito dal Covid-19: sintomi, complicanze e ripercussioni sulla gestione delle malattie neurologiche

Anche il cervello è colpi…

Uno studio sta racco...

Ritorno al lavoro, il decalogo per aziende e lavoratori per ridurre il rischio contagio

Ritorno al lavoro, il dec…

Roberto Burioni: “Il...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Rinviata la prima udienza del processo Cassandra

Rinviata la prima udienza del processo Cassandra

Questioni tecniche e procedurali alla base dello slittamento

AGIPRESS - FIRENZE - Rinvio di tre mesi. La prima udienza del processo ‘Cassandra’ slitta dal corrente mese di gennaio al prossimo 6 aprile a causa di questioni tecnico-procedurali e non di merito. La vicenda prende origine dall’indagine della Procura di Roma, coordinata dal procuratore aggiunto Paolo Ielo, del dicembre 2019, che ipotizza una rete corruttiva diramata fino agli uffici dei Monopoli di Stato. Nell’ambito della vicenda è nata la richiesta di rinvio a giudizio, presentata dal sostituto procuratore di Roma Alberto Pioletti, per manager e collaboratori di Philip Morris e dirigenti dei Monopoli di Stato che devono rispondere dell’accusa di corruzione. L’indagine - secondo quanto contenuto negli atti della Procura di Roma - ipotizza uno “stabile asservimento della funziona pubblica” – ovvero dei dirigenti dei Monopoli di Stato – che avrebbero “rivelato notizie e documenti, acquisiti per motivi d’ufficio, e riservato un trattamento di riguardo, ai dipendenti di Philip Morris Italia a discapito degli altri produttori concorrenti”.

AGIPRESS

Ultima modifica ilLunedì, 18 Gennaio 2021 22:13
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici