Menu
Anche il cervello è colpito dal Covid-19: sintomi, complicanze e ripercussioni sulla gestione delle malattie neurologiche

Anche il cervello è colpi…

Uno studio sta racco...

Ritorno al lavoro, il decalogo per aziende e lavoratori per ridurre il rischio contagio

Ritorno al lavoro, il dec…

Roberto Burioni: “Il...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Il vaccino di Moderna è efficace anche contro le varianti inglese e sudafricana

Il vaccino di Moderna è efficace anche contro le varianti inglese e sudafricana Il vaccino di Moderna è efficace anche contro le varianti inglese e sudafricana

Lo annuncia la stessa azienda dopo aver analizzato i dati disponibili da studi di neutralizzazione in vitro su sieri di individui che hanno già ricevuto il vaccino.

(AGIPRESS) - Il Vaccino contro il COVID-19 di Moderna mantiene l’attività neutralizzante contro le varianti emergenti identificate per la prima volta nel Regno Unito e nella Repubblica Sudafricana. Lo annuncia la stessa azienda dopo aver analizzato i dati disponibili da studi di neutralizzazione in vitro su sieri di individui che hanno già ricevuto il vaccino COVID-19 Moderna. Ecco gli aspetti più importanti: il regime a due dosi del COVID-19 Vaccine di Moderna a 100 µg è attualmente previsto come protettivo contro i ceppi emergenti rilevati fino ad oggi: nessun impatto significativo sui titoli anticorpali neutralizzanti contro la variante B.1.1.7 (identificata per la prima volta nel Regno Unito). Una riduzione di sei volte dei titoli anticorpali neutralizzanti è stata osservata con la variante B.1.351 (identificata per la prima volta nella Repubblica Sudafricana) rispetto alle varianti precedenti. Nonostante questa riduzione, i livelli di titoli neutralizzanti con B.1.351 rimangono al di sopra dei livelli che ci si aspetta siano protettivi. Per maggiore precauzione, Moderna ha lanciato un programma clinico per aumentare l’immunità alle varianti emergenti. L’azienda testerà un’ulteriore dose di richiamo del suo COVID-19 Vaccine (mRNA-1273) per studiare la capacità di aumentare ulteriormente i titoli neutralizzanti contro i ceppi emergenti. Inoltre Moderna sta procedendo su un candidato vaccino booster per le varianti emergenti (mRNA-1273.351) contro la variante B.1.351. “Mentre cerchiamo di sconfiggere il virus COVID-19, che ha causato la pandemia, crediamo che sia fondamentale essere proattivi mentre il virus si evolve. Siamo incoraggiati da questi nuovi dati, che rafforzano la nostra fiducia sul fatto che il COVID-19 Vaccine di Moderna possa essere protettivo contro queste nuove varianti individuate”, ha dichiarato Stéphane Bancel, Chief Executive Officer di Moderna. AGIPRESS

Ultima modifica ilGiovedì, 28 Gennaio 2021 12:30
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici