Menu
SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Terremoto, per le donazioni conto corrente unico in Toscana

Terremoto, per le donazio…

Attivo anche un indi...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

IL RICORDO DI NASSIRIYA – Renzi commemora il decennale della strage in Iraq

Un momento della commemorazione della strage di Nassiriya, in piazza dell'Unità, a Firenze Un momento della commemorazione della strage di Nassiriya, in piazza dell'Unità, a Firenze

Il 12 novembre 2003 l'attentato che uccise militari e civili in missione di pace."Quel giorno terribile gli italiani si sentirono più consapevoli di un’appartenenza”

AGIPRESS – FIRENZE - “A nome della città di Firenze esprimo la vicinanza di tutti i fiorentini per questo appuntamento che è, innanzitutto, il ricordo del decennale della strage di Nassiriya". Con queste parole il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, ha iniziato la commemorazione del Comune di Firenze, svoltasi questa mattina in piazza dell'Unità, nel ricordo dei militari e civili italiani morti nella missione internazionale di pace in Iraq, il 12 novembre 2003. "In quel terribile 12 novembre di dieci anni fa – ha aggiunto Renzi - , nel riconoscere il dolore per i caduti, gli italiani si sentirono probabilmente più consapevoli di un’appartenenza. Quel sacrificio non è stato vano, verrebbe da dire anche se il dolore, i dubbi, la disperazione sono forti ancora oggi, naturalmente nelle famiglie a cui va il primo pensiero, e poi per i civili, per l’esercito e in particolar modo per l’Arma dei Carabinieri. Anch’io – ha aggiunto il sindaco - come il generale Gianfranco Camperi, esprimo il mio personale apprezzamento per il fatto che una legge ordinaria abbia stabilito, sei anni dopo, che questo giorno diventasse il giorno per ricordare i caduti di tutte le missioni”. Sul senso delle missioni internazionali Renzi ha detto che "in un mondo globalizzato il bisogno di democrazia e libertà si esprime anche attraverso la presenza delle nostre donne e dei nostri uomini sulle frontiere più difficili”. “Una giornata come quella di oggi - ha concluso il sindaco - è un’occasione per dire a ciascuno di noi che essere cittadino significa avere valori di democrazia e libertà per i quali ancora oggi si può vivere, si può morire, ma soprattutto si può testimoniare l’appartenenza”.

Alla cerimonia di commemorazione erano presenti, tra gli altri, anche l’assessore al bilancio Alessandro Petretto, i vicepresidenti del Consiglio comunale Jacopo Cellai e Salvatore Scino, il consigliere comunale Eros Cruccolini e le massime autorità cittadine.

Agipress

Ultima modifica ilMartedì, 12 Novembre 2013 13:29
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici