Menu
Ritorno al lavoro, il decalogo per aziende e lavoratori per ridurre il rischio contagio

Ritorno al lavoro, il dec…

Roberto Burioni: “Il...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

EMERGENZA CARCERI - Il ministro Cancellieri in visita a Sollicciano

Il ministro Anna Maria Cancellieri oggi in visita al carcere di Sollicciano Il ministro Anna Maria Cancellieri oggi in visita al carcere di Sollicciano

Con lei il vice sindaco di Firenze e il consigliere regionale Brogi: “Drammatico stato di sovraffollamento e pessime condizioni di vita dei detenuti”

AGIPRESS – FIRENZE – Il ministro di grazia e giustizia Anna Maria Cancellieri ha fatto visita oggi al carcere di Sollicciano (Firenze). Con lei il vice sindaco di Firenze Stefania Saccardi e il consigliere regionale Enzo Brogi. "La visita a Sollicciano conferma il drammatico stato di sovraffollamento e le pessime condizioni di vita dei detenuti – ha commentato Brogi, dopo il sopralluogo di questo pomeriggio -. Anche oggi, alla presenza del ministro Cancellieri, abbiamo avuto un’immagine desolante, le nostre carceri sono una vergogna per un paese civile, la nostra Costituzione parla di rieducazione e dignità del trattamento detentivo, non di accanimento e vendetta. Occorrono subito azioni di riforma normativa, giudiziaria e penitenziaria, è necessario metter mano a leggi sbagliate che hanno affollato inutilmente le carceri, e serve un maggior ricorso alle pene alternative, lavoro e attività per i detenuti".


Agipress

Ultima modifica ilLunedì, 29 Luglio 2013 21:12
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici