Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

DIPENDENZA DA GIOCO - Confesercenti Toscana: "anziani vittime designate, presto un dossier"

DIPENDENZA DA GIOCO - Confesercenti Toscana: "anziani vittime designate" DIPENDENZA DA GIOCO - Confesercenti Toscana: "anziani vittime designate"

La crisi, principale causa di dipendenza patologica. A breve un dossier sulla ludopatia negli anziani

AGIPRESS - FIRENZE - Il gioco d'azzardo, una delle nuove dipendenze patologiche "senza sostanza" ancora al centro dell'attenzione non solo dei disagi che colpiscono i giovani ma anche gli anziani. “Combattere le cause di dipendenza patologia, anche attraverso l’informazione  e la consapevolezza. Ad oggi, gli anziani, doppiamente vittime della recessione economica e ludopatici”. E’ quanto afferma in una nota Massimo Vivoli, presidente Fipac Confesercenti e presidente Confesercenti Toscana, in merito alla neo legge regionale che lancia l’allarme  contro il crescere del fenomeno.

“Condividiamo la battaglia partita dalla Regione Toscana- aggiunge Vivoli- per fare luce su un fenomeno che sta mettendo a rischio intere famiglie. Solo nel 2012, infatti, sono circa 800 mila le persone che rischiano di giocarsi tutto, con un giro d’affari di circa 90 miliardi . Una vera e propria holding che non conosce crisi. Infatti, dopo le vicissitudini familiari, la seconda causa del crescere della ludopatia è proprio la crisi. Gli anziani con pensioni basse, attratti spesso da pubblicità ingannevoli, cercano una scappatoia allo stato di costante povertà nel gioco d’azzardo. Il proseguo finale è la dipendenza patologica: alla base c’è la necessità costante di scommettersi, migliorare facilmente  la propria condizione economico-sociale, fino a perdere anche casa e famiglia. Per questa ragione, come Fipac Confesercenti a breve presenteremo un dossier sulla ludopatia negli over 65 e con esso un invito alle istituzioni per avviare azioni concrete a sostegno dei pensionati”. 

Agipress

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici