Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

DATI BANKITALIA - Una famiglia su tre non arriva a fine mese

Secondo l'Indagine sui bilanci delle famiglie italiane nel 2012 della Banca d’Italia una famiglia su tre non arriva a fine Secondo l'Indagine sui bilanci delle famiglie italiane nel 2012 della Banca d’Italia una famiglia su tre non arriva a fine

Secondo l'indagine sui bilanci nel 2012, al 10% delle famiglie quasi la metà della ricchezza

AGIPRESS - ROMA - Una famiglia su tre non riesce ad arrivare a fine mese (il 35,8% contro il 29,9% del 2010). Il 10% delle famiglie più ricche possiede il 46,6% delle ricchezza netta familiare totale (45,7% nel 2010). Ancora, il 10% delle famiglie con il reddito più basso percepisce il 2,4% del totale dei redditi prodotti mentre il 10% di quelle con redditi più elevati percepisce invece una quota del reddito pari al 26,3%. Sono alcuni dei dati principali dell’Indagine sui bilanci delle famiglie italiane nel 2012 della Banca d’Italia.

Secondo il rapporto di Bankitalia, in due anni - tra il 2010 e il 2012 - è crollato anche il reddito delle famiglie, per la metà delle quali è inferiore ai 2.000 euro al mese. "Tra il 2010 e il 2012 il reddito familiare ha subito in media un calo di circa il 7,3%", ha affermato la Banca d'Italia. Il deterioramento delle condizioni economiche, "in termini di reddito equivalente, è stato più accentuato per i lavoratori indipendenti rispetto a quelli dei dipendenti e delle persone in condizione non professionale".

Il reddito equivalente, secondo lo studio di Via Nazionale, "si è ridotto per tutte le classi di età, tranne per coloro con più di 64 anni, per i quali è rimasto invariato. Per le classi di età più giovani, invece, il reddito equivalente diminuisce significativamente rispetto alla media generale. Si conferma anche in questa rilevazione - sottolinea Bankitalia - il trend relativamente più favorevole alle classi anziane".

Agipress

Ultima modifica ilLunedì, 27 Gennaio 2014 17:45
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici