Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Contrabbando sigarette tra le maggiori fonti di profitto di criminalità transnazionale

Contrabbando sigarette tra le maggiori fonti di profitto di criminalità transnazionali Contrabbando sigarette tra le maggiori fonti di profitto di criminalità transnazionali

Insieme al traffico di stupefacenti ed opere d’arte, fino alla tratta degli esseri umani, per un valore di 870 miliardi di dollari nel mondo

AGIPRESS - ROMA - Ogni anno, la criminalità organizzata transnazionale genera profitti per una cifra stimata intorno agli 870 miliardi di dollari, circa l’1,5% del PIL mondiale, e i traffici illeciti (in particolare di droga) sono una delle più grandi fonti di reddito delle organizzazioni criminali. Nel nostro Paese, secondo la Guardia di Finanza, fra i traffici illeciti più rilevanti il contrabbando di sigarette gioca un ruolo centrale: nel 2015, in oltre 8.411 interventi realizzati contro le frodi doganali, sono state sequestrate più di 274 tonnellate di tabacchi lavorati esteri e 549 mezzi terrestri e navali  usati per il trasporto e l’occultamento delle merce, con la denuncia di 5.885persone, di cui 226  arrestate. Sono questi  alcuni dei dati emersi nel corso della  Conferenza internazionale dal titolo “Le rotte dei traffici illeciti in Europa e nel Mediterraneo”, promossa a Roma dall’Associazione Priorità Cultura, presieduta da Francesco Rutelli, e dallo IAI –Istituto Affari Internazionali, con il contributo di British American Tobacco Italia (BAT Italia). “Senza dubbio – afferma Jerome Abelman di BAT, la multinazionale che ha supportato l’organizzazione dell’evento – il contrabbando dei prodotti del tabacco, che oggi rappresenta un fenomeno globale, costituisce una delle principali fonti di finanziamento delle criminalità transnazionali: i profitti che ne derivano sono notevoli, mente i rischi che queste attività comportano risultano ancora molto bassi. Sarebbe necessario – aggiunge Abelman – intervenire su più livelli: una collaborazione più stretta tra industria, Istituzioni e forze dell’ordine internazionali; la revisione della legislazione vigente e delle pene previste per il reato di contrabbando; colpire duramente i patrimoni che derivano da queste attività criminali”.

Ultima modifica ilMartedì, 19 Aprile 2016 17:21
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici