Menu
Anche il cervello è colpito dal Covid-19: sintomi, complicanze e ripercussioni sulla gestione delle malattie neurologiche

Anche il cervello è colpi…

Uno studio sta racco...

Ritorno al lavoro, il decalogo per aziende e lavoratori per ridurre il rischio contagio

Ritorno al lavoro, il dec…

Roberto Burioni: “Il...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Careggi, un innovativo ecografo donato dall'associazione Firenze in Rosa

Careggi, un innovativo ecografo donato dall'associazione Firenze in Rosa Careggi, un innovativo ecografo donato dall'associazione Firenze in Rosa

Consente la fusione delle immagini ecografiche con quelle della mammografia e della risonanza magnetica.

(AGIPRESS) - FIRENZE - L'associazione fiorentina per la prevenzione del tumore al seno "Firenze in Rosa Onlus", ha donato alla Radiodiagnostica Senologica dell'Azienda Ospedaliero Universitaria di Careggi un ecografo di nuova tecnologia in grado di restituire immagini di grande chiarezza diagnostica per un'analisi di elevata accuratezza. Il nuovo ecografo, donato in memoria di Caterina Tacconi Stefanelli, scomparsa prematuramente 5 anni fa, è stato presentato oggi presso la Maternità di Careggi a Firenze. Sono intervenuti oltre al Dott. Jacopo Nori, Direttore della Diagnostica Senologica AOUC, e a Lucia De Ranieri, Presidente di Firenze in Rosa Onlus, la Vicepresidente della Regione Toscana Stefania Saccardi, l'Assessore del Comune di Firenze Sara Funaro ed il Direttore generale di Careggi Rocco Damone.

"Grazie a Firenze in Rosa Careggi è la prima struttura sanitaria a Firenze ad avere la possibilità di utilizzare questa tecnologia innovativa, che consente la fusione delle immagini ecografiche con quelle della mammografia e della risonanza magnetica", ha dichiarato il dottor Jacopo Nori Direttore della Diagnostica Senologica AOUC. "Questo ecografo permette di eseguire biopsie più precise con una visione più accurata della microvascolarizzazione del tumore e un miglioramento nella capacità di analisi delle lesioni neoplastiche. Lo strumento è molto utile sia con finalità diagnostiche che interventistiche, come guida nelle procedure bioptiche. La potenzialità di utilizzo arriva a circa trenta pazienti al giorno e anche questo contribuisce ulteriormente ad una più efficiente gestione delle liste d'attesa", conclude Nori. "Oggi più che mai - dichiara Lucia De Ranieri presidente di Firenze in Rosa Onlus - la diagnosi precoce è essenziale per la salvaguardia della salute, in quanto permette di individuare il tumore in una fase di formazione iniziale rendendo attuabili interventi terapeutici il più possibile conservativi ed in grado di favorire un percorso di guarigione. Appare pertanto evidente come l'impiego di macchinari diagnostici di sempre maggiore efficienza diventi fondamentale. In questo campo Firenze in Rosa Onlus porta avanti con impegno campagne di raccolta fondi per dotare il territorio di strumenti sempre più all'avanguardia, in grado di offrire una diagnosi sempre più completa, rapida e precisa". In rappresentanza della Regione Toscana è intervenuta la Vicepresidente Stefania Saccardi portando i saluti dell'Assessore alla sanità Bezzini: "Ringrazio di cuore Firenze in Rosa. Questa donazione esprime la capacità di fare rete e creare sinergie tra associazioni, sistema sanitario toscano e le aziende della nostra Regione, permettendoci di offrire un buon servizio ai nostri cittadini e a tutti coloro che scelgono la Toscana per iniziare il loro percorso di cura". "Sono particolarmente felice di essere qui oggi - dichiara l'Assessore al Welfare del Comune di Firenze Sara Funaro - la pandemia ha portato a concentrarci su alcune specifiche tematiche, il mondo dell'associazionismo ha incontrato numerose difficoltà per raccogliere fondi a sostegno delle proprie attività.  Il traguardo raggiunto da Firenze in Rosa assume un significato ancora più forte visto il periodo storico che stiamo vivendo. È necessario contribuire alla collaborazione tra il mondo dell'associazionismo e le istituzioni e tenere sempre accesi i riflettori sulla prevenzione e sulla cura delle persone". "La donazione di queste attrezzature ci consente di fare sempre meglio - dichiara il Direttore generale di Careggi Rocco Damone - La prevenzione è un elemento centrale e strategico: i comportamenti e gli stili di vita che sono sempre stati promossi dalla Regione Toscana oggi tornano più che mai attuali in relazione al COVID-19. È e sarà importante continuare a concentrare i nostri sforzi per prevenire e mantenere la salute." AGIPRESS

Ultima modifica ilMercoledì, 27 Gennaio 2021 10:29
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici