Menu
Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Terremoto, per le donazioni conto corrente unico in Toscana

Terremoto, per le donazio…

Attivo anche un indi...

Salute mentale, in Italia un milione di anziani con demenze

Salute mentale, in Italia…

Con una prevalenza d...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

BULLISMO, ON. BRAMBILLA: "DIVENTI REATO SPECIFICO"

BULLISMO, ON. BRAMBILLA: "DIVENTI REATO SPECIFICO" BULLISMO, ON. BRAMBILLA: "DIVENTI REATO SPECIFICO"

La presidente della commissione parlamentare per l'infanzia e l'adolescenza interviene sul fatto di cronaca

AGIPRESS - "Il gesto estremo compiuto da una ragazza di 12 anni, che ha tentato di 'farla finita' perché 'non ce la faceva a tornare in classe' è solo l'ultimo di una lunghissima serie di episodi che provano l'urgenza di un intervento legislativo sul fenomeno del bullismo, forma subdola e insidiosa di violenza realizzata anche per via digitale". Lo ha affermato in una nota l'on. Michela Vittoria Brambilla, presidente della commissione parlamentare per l'infanzia e l'adolescenza. "Resto dell'opinione – aggiunge – che, come previsto dalla mia proposta di legge in materia, questa fattispecie meriti di diventare un reato specifico, da definire rigorosamente e distinguendo con nettezza tra la posizione di autori minorenni, bisognosi soprattutto di interventi educativi, e la responsabilità di maggiorenni, che richiede una proporzionata risposta sanzionatoria". "Il bullismo, incalza l'ex ministro, è ormai un fenomeno di massa, che interessa un adolescente italiano su due tra gli 11 e i 17 anni, e che non possiamo più permetterci di ignorare. La risposta del Parlamento – sottolinea - non può più farsi attendere".

Agipress

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici