Menu
GIMBE: "Non opportuno il prolungamento dello stato emergenza per Covid-19, ma prepararsi a convivenza con l'influenza"

GIMBE: "Non opportun…

L'analisi sui princi...

Ritorno al lavoro, il decalogo per aziende e lavoratori per ridurre il rischio contagio

Ritorno al lavoro, il dec…

Roberto Burioni: “Il...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Ancora una morte sul lavoro, il commento di MCL Toscana

Ancora una morte sul lavoro, il commento di MCL Toscana Ancora una morte sul lavoro, il commento di MCL Toscana

"Manca ancora, anche in Toscana, un'azione diffusa di prevenzione".

AGIPRESS - FIRENZE - La Presidenza regionale toscana del Movimento Cristiano Lavoratori (MCL) interviene sul nuovo incidente mortale sul lavoro che si è verificato in Lucchesia. "Un altro tragico anello - spiega la nota di MCL Toscana - di una catena che non si riesce a interrompere, con un costo umano e sociale altissimo. Nel 2019 in Toscana ci sono stati 69 infortuni mortali. Nella ben triste classifica delle regioni dove si sono verificati questo tipo di infortuni la Toscana è all'ottavo posto rispetto ad un dato nazionale di 1089 morti. Poi ci sono i feriti, gli invalidi, il dolore delle famiglie colpite, i costi sociali ed economici di quella che è ormai l'insicurezza sul lavoro". "Manca ancora, anche in Toscana, - continua - un'azione diffusa di prevenzione: l'opera delle Usl, degli ispettorati del lavoro e degli altri organi competenti è ancora inadeguata rispetto alle necessità e non appare in grado di contrastare efficacemente quella che rappresenta una vera e propria emergenza nazionale. Da parte dei governi, attuale e passati, è mancata un'opera efficace di coordinamento e la messa in campo di finanziamenti adeguati. Così l'insicurezza sul lavoro continua. Anche per questo, per svolgere un'azione di stimolo e, dove serve, di denuncia, MCL Lucca e Massa Carrara promuove per sabato 22 febbraio con inizio alle ore 9.30 a Massa una iniziativa sul tema 'I costi sociali della non sicurezza nei luoghi di lavoro' che ha l'adesione anche della presidenza regionale. E' questa - chiude la nota - la prima di una serie di iniziative che vedono e vedranno la mobilitazione del Movimento Cristiano Lavoratori in Toscana".

Agipress

Ultima modifica ilLunedì, 03 Febbraio 2020 23:04
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici