Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

ALLUVIONE – Rossi scrive a Letta: modifiche al decreto per aiutare le imprese colpite

Il presidente della Regione Toscana ha scritto al presidente del consiglio Enrico Letta Il presidente della Regione Toscana ha scritto al presidente del consiglio Enrico Letta

Il presidente della Regione Toscana chiede che sia permesso di assegnare l’aiuto anche per le spese correnti

AGIPRESS - FIRENZE –Una lettera al presidente del Consiglio, Enrico Letta, per chiedergli “di prendere in considerazione la possibilità di modificare la norma, permettendo di assegnare l’aiuto anche per le spese correnti sostenute dalla imprese e non esclusivamente per le spese in conto capitale”. L’ha scritta stamani il presidente della giunta regionale toscana, Enrico Rossi, in riferimento all’alluvione che ha colpito la Toscana nel novembre 2012: lo stanziamento di 110,9 milioni di euro prevede che quei fondi siano destinati a interventi in conto capitale. Ma una parte delle imprese ha subito danni rilevanti per il danneggiamento di scorte, la cui perdita oggi non può essere indennizzata. Secondo il presidente Rossi l’aver stabilito per legge la destinazione delle risorse non ha permesso alle imprese danneggiate di includere tra le spese ammissibili a contributo quelle di parte corrente, come la ricostituzione delle scorte danneggiate e il fermo attività. Di qui la richiesta di modifica della normativa di riferimento (la legge 228/2012 e il decreto attuativo 23 marzo 2013) indirizzata al presidente Letta.


Agipress


 

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici