Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

AGRICOLTURA – La Provincia di Grosseto lancia l’allarme: “Agricoltura in forte sofferenza”. Richiesta di un’integrazione straordinaria di 30milioni di euro per le aziende agricole

Allarme agricoltura nella provincia di Grosseto Allarme agricoltura nella provincia di Grosseto

Lo stato di estrema sofferenza dell’agricoltura locale è testimoniato dalle numerose richieste di indennizzo: 1085 domande per la siccità e 802 per l’alluvione, per una stima complessiva di oltre 70 milioni di euro di danni

   

AGIPRESS - un’integrazione straordinaria di risorse per le imprese agricole grossetane, pari ad almeno 30 milioni di euro e l’esonero delle stesse dai pagamenti delle tasse e dei contributi per l’anno 2013. Queste le richieste “urgenti” a Regione, Parlamento, Governo e Unione europea contenute in una mozione del Consiglio provinciale di Grosseto

Prima la crisi, poi la siccità e l’alluvione: se in tutta Italia si registra una forte sofferenza del settore agricolo, con 13.335 imprese che hanno chiuso i battenti nel primo trimestre del 2013, la situazione in provincia di Grosseto è particolarmente drammatica a seguito degli eventi calamitosi - prima la siccità e poi l’alluvione - che nel 2012 hanno dato il colpo di grazia alle aziende agricole, già piegate da una crisi senza precedenti, che dal 2000 ad oggi ha prodotto a livello locale la contrazione delle aziende (-25%) e delle superfici coltivate (-10%).

“Eccetto alcune zone collinari legate alla coltivazione della vite e dell’olivo – spiega l’assessore all’agricoltura Enzo Rossi – quest’anno saltano completamente tutte le semine di  cereali  e foraggi, con una perdita della produzione totale dell’85%. Se pensiamo che il nostro territorio era considerato il granaio della Toscana per l'estensione di questo tipo di coltura, è facile capire l’entità del danno. In alcune zone si perderà il reddito  dei prossimi due anni, addirittura, perché per due anni non si potranno coltivare i terreni alluvionati. Purtroppo abbiamo un sistema normativo completamente inadeguato ad affrontare la situazione”.

L’altra questione affrontata con la mozione è l’accesso al credito. La situazione di difficoltà delle aziende agricole, infatti, è aggravata dalla forte contrazione del credito: si stima che 6 imprese su 10 non dispongono di liquidità sufficiente per proseguire la loro attività. La Giunta provinciale, si attiverà, quindi, nei confronti del Governo e della Regione affinché con il supporto del sistema bancario e con il necessario sostegno pubblico, si trovi il modo di riattivare l’accesso al credito per le singole imprese e le forme associative ( cooperative e consorzi ), prevedendo anche forme di ristrutturazione dei debiti contratti.

 

Agipress

Ultima modifica ilMartedì, 30 Aprile 2013 15:48
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici