Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Variante SS 67 Rufina, Regione e Comuni insieme per sviluppo Valdisieve

Variante SS 67 Rufina, Regione con i Comuni insieme per sviluppo Valdisieve Variante SS 67 Rufina, Regione con i Comuni insieme per sviluppo Valdisieve

All'incontro organizzato da Rufinacheverrà è intervenuto l'assessore regionale ai trasporti con Anas

AGIPRESS - FIRENZE - “La Regione Toscana ha inserito l’opera di realizzazione della variante alla strada Statale 67 come prioritaria nei suoi strumenti di programmazione ed ha finanziato con due convenzioni la progettazione portata avanti fino ad ora dalla Provincia". Così l’Assessore regionale Viabilità e Trasporti Vincenzo Ceccarelli nel suo intervento all'incontro che si è tenuto nei giorni scorsi presso la Casa del Popolo di Rufina e promosso dall'Associazione politico-culturale Rufinacheverrà per rilanciare la questione del progetto di variante alla strada Statale 67. "La competenza della realizzazione - ha aggiunto l'assessore - è di ANAS, ma la Regione sosterrà assieme ai Comuni la richiesta del finanziamento della variante appena il progetto sarà approvato ed appaltabile, con la convinzione che questa infrastruttura sia essenziale per lo sviluppo del territori della Valdisieve e per la qualità della vita dei suoi abitanti”. 

SUPERARE L'IMMOBILISMO - "E' stato un incontro molto partecipato, animato dalla volontà dell’Associazione Rufinacheverrà - dicono gli organizzatori - di superare l’immobilismo che ha caratterizzato questi ultimi vent’anni sul tema variante per passare finalmente dalle parole ai fatti, un primo risultato è stato raggiunto già nei giorni precedenti l’incontro con i numerosi interventi a mezzo stampa su questo tema. Il successo è stato sottolineato sia da una straordinaria partecipazione attiva della popolazione che dalla presenza di Sindaci e Amministratori del territorio".

ANAS - All'incontro ha partecipato anche l'Ing. Andrea Primicerio Dirigente tecnico esercizio per ANAS compartimento Toscana che dopo aver spiegato che il progetto iniziale della variante tra San Francesco e Dicomano è stato bloccato nel 2010, ha evidenziato che adesso ANAS è in attesa di una convenzione, che sarà firmata a breve, a che darà luogo a una nuova progettazione della variante relativamente al solo tratto di Rufina. Oltre alla realizzazione del nuovo progetto della variante, partiranno a breve alcuni interventi per la messa in sicurezza dell'attuale tracciato della Strada Statale 67.

PERCORSO CONDIVISO CON CITTADINI E ISTITUZIONI - “Ottima la partecipazione e la voglia di fare politica della cittadinanza" – ha commentato il Presidente dell’Associazione Daniele Venturi che dopo aver ringraziato Regione Toscana e ANAS per i contributi ha aggiunto - "dopo le preziose informazioni relative allo stralcio progettuale della variante su Rufina, stasera abbiamo dato una scossa all’immobilismo, ma il nostro impegno non finisce qui! Con RufinacheVerrà daremo un seguito all’iniziativa iniziando un nuovo percorso condiviso con cittadinanza e istituzioni per tenere vivo il dibattito: vogliamo la variante per liberare Rufina dalla morsa del traffico e restituirla ai rufinesi. Quindi prendiamo l’impegno di ritrovarci tra sei mesi con la cittadinanza per fare il punto della situazione”.

Agipress

Ultima modifica ilSabato, 10 Gennaio 2015 16:03
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici