Menu
SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Terremoto, per le donazioni conto corrente unico in Toscana

Terremoto, per le donazio…

Attivo anche un indi...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

TRASPORTI - In Italia la densità automobilistica fra le più alte d'Europa

Troppe auto in circolazione in Italia Troppe auto in circolazione in Italia

Solo Lussemburgo e Islanda hanno una percentuale maggiore. Il nostro Paese, con 61 auto ogni 100 abitanti, decisamente primo nei confronti di tutti gli altri stati

AGIPRESS – BOLOGNA - L’Italia è ai primissimi posti per la densità di auto in Europa. Con 61 mezzi ogni 100 abitanti, infatti, il nostro Paese è addirittura terzo, dietro solo al Lussemburgo (66 su 100) e all’Islanda (64 su 100). Il dato italiano è decisamente superiore alla media dell’Unione Europea (51 vetture ogni 100 abitanti) e ai dati degli altri maggiori paesi che variano tra le 48 vetture ogni 100 abitanti della Spagna e della Francia e le 52 vetture della Germania, passando per le 50 del Regno Unito. I dati sui tassi di motorizzazione sono stati diffusi dall’Osservatorio Autopromotec in occasione della edizione 2013 di Autopromotec che si è aperta oggi nel quartiere fieristico di Bologna. La ragione alla base di un tasso di motorizzazione molto elevato nel nostro Paese è da ricercarsi essenzialmente nelle carenze nello sviluppo del trasporto pubblico e soprattutto nell’assoluta insufficienza delle metropolitane, che in moltissimi casi fanno sì che le autovetture siano l’unico mezzo di trasporto utilizzabile per recarsi al lavoro.

Dall’elaborazione dell’Osservatorio Autopromotec emerge non soltanto la situazione italiana a livello nazionale, ma anche quella delle regioni. Un primo aspetto che emerge è che sia a livello nazionale che a livello regionale non vi sono elementi significativi che possano indurre a ritenere che sia in atto un fenomeno di demotorizzazione. Il rapporto autovetture/popolazione nell’intero Paese tra i due anni resta infatti fermo a 61 e a livello regionale un piccolissimo segnale di decrescita emerge solo in Emilia Romagna, in Veneto e in Lombardia.

Agipress

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici