Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

SALUTE - L’Unione Europea “multa” l’Italia per l’inquinamento acustico

Le città e l'inquinamento acustico Le città e l'inquinamento acustico

La notizia diffusa a Firenze al convegno“Rumore e qualità della vita”

       

AGIPRESS - La Commissione Europea ha messo in mora l’Italia perché inadempiente sulle norme comunitarie relative ai livelli d’inquinamento acustico. Ora il nostro Governo ha due mesi di tempo per presentare le sue precisazioni e contro deduzioni. Se non saranno ritenute sufficienti scatteranno da parte dell’Unione Europea le procedure d’infrazione che prevedono una multa salatissima. La notizia è stata data ieri lunedì 6 maggio a Firenze da Lorenzo Lombardi responsabile per l’acustica del Ministero dell’Ambiente, ai margini della giornata di studi dal titolo “Rumore e qualità della vita” che si è svolta presso il Palagio di Parte Guelfa organizzata dall’Associazione Italiana di Acustica con il patrocinio del Comune di Firenze, l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Firenze, l’Associazione Periti Esperti della Toscana (APE) e la FNA Federamministratori Toscana. 

Lorenzo Lombardi ha commentato: “L’Italia su questo tema è un paese spaccato in tre con le regioni del nord, Toscana compresa, che stanno facendo qualcosa compatibilmente alle risorse, quelle centrali poco e le regioni del sud assolutamente niente. Per metterci in regola da qui ai prossimi 15 anni servirebbero non meno di 10 miliardi di euro solo per ferrovie e strade mentre per le città non possiamo nemmeno azzardare una cifra. Tanti soldi che in un momento di crisi come questo sono difficili da reperire”. Firenze è una delle città che meglio di altre in Italia  sta affrontando questo problema con l’approvazione di Piano d’Azione che prevede la delimitazione di otto ambiti territoriali d’intervento e l’avvio di lavori considerati prioritari come sulle scuole e la viabilità. 

“Stiamo lavorando in 41 scuole – ha precisato Arnaldo Melloni della Direzione Ambiente del Comune di Firenze – con l’installazione di barriere antirumore e nuovi infissi per una spesa complessiva di 4 milioni e 700 mila euro grazie ad un finanziamento regionale. Tra breve partiranno gli interventi ai viadotti dell’Indiano e al Marco Polo e altri lavori per la riduzione della velocità su alcune strade a Brozzi e Quaracchi, una soluzione semplice ma che abbatte il rumore in maniera considerevole”. 

Per ridurre l’inquinamento acustico nelle nostre città, come ha raccontato Sergio Luzzi, responsabile scientifico dell’Associazione Italiana Acustica una soluzione potrebbe passare attraverso le cosiddette “Smart Cities”. Una vera e propria innovazione prevede d’interventi di pianificazione tra tutti i soggetti interessati, l’informazione, l’installazione di architetture sonore oltre alla diretta partecipazione dei cittadini nei processi di risanamento. Accanto al rumore ambientale c’è anche quello che riguarda gli ambienti domestici e di lavoro. Per informazioni: www.associazioneitalianadiacustica.it

 

Agipress

Ultima modifica ilMartedì, 07 Maggio 2013 20:55
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici