Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

SALUTE - Inquinamento atmosferico è ora classificato come CANCEROGENO

SALUTE - Inquinamento atmosferico è ora classificato come CANCEROGENO SALUTE - Inquinamento atmosferico è ora classificato come CANCEROGENO

Dal 17 ottobre l'inquinamento atmosferico esterno è stato classificato nel Gruppo 1, cioè cancerogeno per l'uomo

AGIPRESS - FIRENZE - Si può morire di cancro al polmone anche per inquinamento dell'aria? Lo IARC (International Agency for Research on Cancer) dice di sì. Il 17 ottobre rimarrà una data storica per l'epidemiologia, la tossicologia e la salute pubblica. Il 17 ottobre scorso infatti la massima autorità mondiale in fatto di studio degli agenti cancerogeni ha presentato a Parigi i dati della monografia numero 109 dedicata, appunto, all'”outdoor air pollution”.

L'inquinamento atmosferico esterno è stato classificato nel Gruppo 1, cioè cancerogeno per l'uomo: come il cloruro di vinile, la formaldeide, l'amianto, il benzene, le radiazioni ionizzanti.

Già lo IARC si era espresso sulla cancerogenicità di alcune sostanze che compongono il classico smog, come il fumo da diesel e il benzo(a)pirene. Ma in questo caso è l'insieme dell'inquinamento atmosferico esterno - formato da combustioni da traffico, riscaldamento e emissioni industriali – a rientrare nel Gruppo 1.

Gli esperti dell’agenzia, che hanno revisionato più di mille studi effettuati in tutto il mondo, ed in particolare quelli attinenti alle polveri sottili derivanti dai trasporti, hanno citato nella decisione, le 223mila morti nel mondo causate nel 2010 dagli inquinanti atmosferici. Lo studio inoltre ribadisce che le principali fonti di inquinamento dell’aria esterna sono trasporto su strada, l’industria, l’agricoltura e il settore residenziale. "Classificare l’inquinamento dell’aria esterna come cancerogena per l’uomo è un passo in avanti importante - ha sottolineato Christopher Selvaggio, direttore dello IARC - Ci sono modi efficaci per ridurre l’inquinamento atmosferico e, data l’entità della esposizione che colpisce persone in tutto il mondo, questa relazione deve inviare un segnale forte alla comunità internazionale che deve agire senza ulteriori ritardi".

Agipress

Ultima modifica ilMartedì, 22 Ottobre 2013 21:04
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici