Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

PROTEZIONE CIVILE - Anche a Massa arriva l'applicazione ProCiv Pas

PROTEZIONE CIVILE - Anche a Massa arriva l'applicazione ProCiv Pas PROTEZIONE CIVILE - Anche a Massa arriva l'applicazione ProCiv Pas

La presentazione alla presenza del Capo Dipartimento della Protezione Civile Franco Gabrielli

AGIPRESS - MASSA - Anche la città di Massa si dota di ProCiv Pas - Prevenzione Allertamento Sicurezza - un’applicazione scaricabile su smartphone Android e IPhone per comunicare, in maniera semplice, gli stati di allerta, le principali mappe di rischio idrogeologico e i contenuti del piano di Protezione Civile Comunale. Massa è tra i primi comuni italiani a dotarsi di questa applicazione sviluppata da  Pro.Ge.Com la società incaricata della sua elaborazione in seguito ad un progetto promosso da Uncem Toscana e Anci Innovazione avviato in via sperimentale in alcuni comuni toscani.

L’App ProCiv Pas oltre a contenere informazioni di carattere generale sul comune include le carte di pericolosità del Piano di Assetto Idrogeologico (PAI) riportanti i rischi frane e allagamenti cui è soggetto il territorio, le "aree di attesa", cioè i luoghi sicuri in cui dirigersi in caso si verifichi un evento calamitoso e fornisce preziose notizie, sempre aggiornate, sul livello dell’ allerta meteo eventualmente in corso o sui comportamenti da adottare in relazione alla situazione meteorologica in atto. 

L’Amministrazione ha deciso di mettere a disposizione dei propri cittadini questa applicazione per innovare, grazie alle tecnologie ICT, la comunicazione degli stati di allerta e le loro evoluzioni nel tempo. L'applicazione sarà così scaricabile su smartphone da tutti i cittadini e disponibile via web collegandosi al sito http://www.procivpas.it. I cittadini potranno trovare facilmente, in tempo reale,  i contenuti specifici delle allerte meteo diramate dal Centro Funzionale Regionale e i principali elementi del Piano di Protezione Civile Comunale. Tra le informazioni disponibili sull’applicazione anche la possibilità di individuare la propria posizione in mappa rispetto alle aree di attesa, visualizzare, tramite un controllo apposito, il tragitto tra la posizione dell'utente e l'elemento selezionato: area di attesa, centro operativo comunale (COC), centro operativo intercomunale (COI). Attraverso un servizio esterno (es. google maps) sarà possibile  accedere ad informazioni dettagliate su aree di attesa, COC, COI, punti critici. In un’apposita sezione dell'applicazione, visualizzare una legenda per la corretta lettura della mappa, attivare gli approfondimenti dedicati alle mappe di rischio, visualizzare una sezione dedicata al soccorso di emergenza, accedere ad una sezione sul volontariato locale con la possibilità di visualizzare i dati delle associazioni comunali di Protezione Civile.

Il nuovo sistema di informazione e comunicazione sarà presentato sabato 1 marzo dalle ore 11 nel corso di una conferenza aperta alla partecipazione della cittadinanza che si terrà in sala consiliare X Aprile di palazzo civico alla presenza del Capo Dipartimento della Protezione Civile Franco Gabrielli. Il Sindaco Alessandro Volpi porterà i saluti dell’Amministrazione. Il Vicesindaco con delega alla Protezione Civile Uiliam Berti coordinerà i lavori che proseguiranno  con la relazione del responsabile del progetto Federico Binaglia e gli interventi dell’Assessore regionale Vittorio Bugli,  del Consigliere regionale Loris Rossetti, del Sindaco di Pistoia Samuele Bertinelli, del Responsabile del Sistema regionale di Protezione Civile Antonino Mario Melara, del Segretario Generale Anci Toscana Alessandro Pesci, del Presidente Uncem Toscana Oreste Giurlani. Partecipano all’iniziativa Sindaci e Assessori dei comuni che stanno sperimentando il sistema: Arezzo, Calci, Carrara, Cortona, Greve in Chianti, Montemurlo, Pescaglia e Sabbiano oltre ai rappresentanti di Protezione Civile della Prefettura e della Provincia di Massa Carrara.

Agipress

Ultima modifica ilVenerdì, 28 Febbraio 2014 14:10
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici