Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

PROTEZIONE CIVILE - A Greve in Chianti (FI) presentato il sistema di Prevenzione Allertamento e Sicurezza

PROTEZIONE CIVILE - A Greve in Chianti (FI) presentato il sistema di Prevenzione Allertamento e Sicurezza PROTEZIONE CIVILE - A Greve in Chianti (FI) presentato il sistema di Prevenzione Allertamento e Sicurezza

Attraverso una App è possibile avere informazioni in tempo utile su rischi e comportamenti da tenere in caso di emergenza

AGIPRESS - GREVE IN CHIANTI (FI) - “Quando si verificano eventi calamitosi, come ormai troppo spesso accade negli ultimi tempi, la capacità di informazione alla popolazione risulta decisiva, come amministrazione di Greve continueremo a lavorare per dare un contributo importante per far sì che il sistema di prevenzione funzioni nel miglior modo possibile garantendo sicurezza all'intera comunità  locale”. Così ad Agipress il Sindaco di Greve in Chianti Alberto Bencistà a seguito dell'incontro che si è svolto presso la sala Margherita Hack di Greve rivolto ad amministratori e cittadini per spiegare il sistema “ProCivPas” (Prevenzione Allertamento Sicurezza) che attraverso una App fornisce informazioni in tempo utile su rischi e comportamenti da tenere in caso di emergenza. Il Comune di Greve in Chianti è il primo comune della Provincia di Firenze a sperimentare il progetto. Sette sono i comuni pilota in Toscana, oltre a Greve in Chianti, Pistoia, Arezzo, Calci, Cortona, Pescaglia e Subbiano.

“Ovviamente  - ha aggiunto Bencistà (VEDI SOTTO VIDEO) - è necessario che i cittadini siano preparati all'evento e sappiano comportarsi nel modo più idoneo quando arriva l'avviso di emergenza. L'impegno del Comune va proprio in questa direzione, ovvero fornire informazione, intervento concreto e immediato quando arriva l'emergenza e rimedio ai danni provocati dall'evento. C'è ancora molto lavoro da fare ed è necessario che oltre al Comune, anche Stato, Regione, Consorzi di bonibfica e province facciano la loro parte”.

Oltre al sindaco di Greve ad illustrare l'iniziativa c'era Federico Binaglia responsabile del progetto, ed erano presenti i il Sindaco di Radda, il vice sindaco di Impruneta, i responsabili Protezione Civile locale e le associazioni di volontariato locali. La “App” denominata“ProCivPas” è il metodo innovativo per comunicare in maniera semplice ed intellegibile gli stati di allerta e i principali contenuti del Piano di protezione civile comunale. “Il responsabile della Protezione civile nazionale Franco Gabrielli – ha spiegato Binaglia – si è detto entusiasta dell'App e del sito, con un semplice click si può vedere lo stato di allerta con tutti i dati necessari. Si può infatti visualizzare il livello dell’allerta meteo in corso e le norme comportamentali corrette, visualizzare in mappa le carte di pericolosità ufficiali relative ai rischi di frane e allagamenti,  cercare i luoghi più sicuri, accedere a informazioni dettagliate su aree di attesa, visualizzare una sezione dedicata al soccorso di emergenza, accedere ai  dati delle associazioni comunali di Protezione Civile e molto altro ancora". 

L'INFORMAZIONE -  È una delle questioni centrali di un moderno sistema di protezione civile. La conoscenza dei rischi del territorio, del livello di vulnerabilità delle strutture nelle quali ognuno svolge la propria attività quotidiana, della possibilità o meno di preallarme degli eventi calamitosi, delle misure di salvaguardia predisposte nei piani di emergenza, dei comportamenti da adottare durante le emergenze per ridurre il rischio per sé e per gli altri e per non ostacolare l’opera di soccorso, rappresenta un’esigenza primaria di educazione/informazione della cittadinanza. Per affrontare in maniera ottimale un’emergenza, infatti, occorre sapere imparare rapidamente. Per imparare rapidamente, nel corso di un’emergenza, è necessario aver già imparato prima. Diventa fondamentale allora per l’ente pubblico, accanto all’efficienza nella pianificazione di protezione civile, anche la capacità di utilizzare in maniera adeguata ed efficace gli strumenti di comunicazione rivolta ai cittadini, tenendo presente che la comunicazione del rischio è ulteriormente delicata e difficoltosa in quanto influenzata da variabili incontrollabili quali l’incertezza dell’evento o l’indeterminatezza dell’entità delle sue conseguenze. 

LO STRUMENTO - È  uno strumento assolutamente innovativo, si tratta di una soluzione comunicativa integrata basata sulla realizzazione di una “App” per smartphone e iPhone e di un sito web il cui indirizzo è: www.procivpas.it. I cittadini potranno scaricare gratuitamente dal market android o dall’app store (per sistemi Apple) l’App “ProCiv Pas”, che consentirà di consultare sul proprio smartphone i seguenti dati:

  1. visualizzare il livello dell’allerta meteo in corso e le norme comportamentali corrette da adottare in relazione alla situazione metereologica corrente.
  2. visualizzare in mappa le carte di pericolosità ufficiali (del PAI) riportanti i rischi di frane e allagamenti;
  3. cercare le Aree di attesa, cioè i luoghi sicuri in cui dirigersi in caso si verifichi un evento calamitoso;
  4. individuare la propria posizione in mappa rispetto alle aree di attesa;
  5. visualizzare tramite un controllo apposito il tragitto tra la posizione dell'utente (Gps o Rete) e l'elemento selezionato (area di attesa, COC, COI) attraverso un servizio esterno (es.Google maps);
  6. accedere a informazioni dettagliate su aree di attesa, COC, COI e punti critici in una apposita sezione dell'applicazione;
  7. visualizzare una legenda per la corretta lettura della mappa;
  8. attivare e disattivare i tematismi dedicati a mappe di rischio e punti critici;
  9. visualizzare una sezione dedicata al soccorso di emergenza;
  10. accedere ad una sezione dedicata al volontariato locale con la possibilità di visualizzare i dati delle associazioni comunali di Protezione Civile

Agipress

Ultima modifica ilLunedì, 03 Febbraio 2014 12:58

Video

PROTEZIONE CIVILE - Informazione e Prevenzione. Il Sindaco di Greve in Chianti Bencistà - AGIPRESS
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici