Menu
SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Terremoto, per le donazioni conto corrente unico in Toscana

Terremoto, per le donazio…

Attivo anche un indi...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

MEDICINA DEMOCRATICA: "deludente il nuovo Piano Regionale dei Rifiuti 2013-2020"

MEDICINA DEMOCRATICA giudica deludente il nuovo Piano Regionale dei Rifiuti 2013-2020 MEDICINA DEMOCRATICA giudica deludente il nuovo Piano Regionale dei Rifiuti 2013-2020

La denuncia: "Il Nuovo Piano toscano ri-punta ancora una volta sugli inceneritori. Su 9 previsti, ne conferma 7"

AGIPRESS - FIRENZE - "Ancora una volta non si è voluto dare un colpo al business che ruota attorno alla costruzione degli inceneritori con tutto ciò che questo comporta per la salute delle popolazioni e dell'ambiente". Questo il commento della sezione fiorentina dell'associazione "Medicina Democratica" sul nuovo Piano Regionale dei Rifiuti 2013-2020 della Toscana.

"E' assai deludente  - si legge in una nota - che il Nuovo Piano ri-punti ancora una volta sugli inceneritori. Su 9 previsti, ne conferma 7. Avere un numero alto di impianti di incenerimento è sicuramente un elemento che favorisce l'accumulo progressivo di sostanze pericolose, anche a dosi infinitesimali, persistenti e bioaccumulabili, come il PU (Particolato Ultrasottile), le diossine ed i metalli pesanti. Risparmiando sul serio sugli impianti di incenerimento allora si che si sarebbe fatto davvero un salto di civiltà. Così come assumendo, sul serio, l'orizzonte culturale dei rifiuti zero, che vuol dire sopratutto zero inceneritori e zero discariche".

"Le popolazioni  - aggiunge Medicina Democratica - sono oggi sottoposte ad una pressione ambientale, che rende sempre più fragili i territori, e contribuisce a rendere sempre più precaria anche la salute delle presenti e future generazioni, per questo sarebbe doveroso applicare la prevenzione primaria, il principio di precauzione e la riduzione di impianti, facilmente sostituibili, come gli inceneritori".

Agipress

Ultima modifica ilGiovedì, 26 Settembre 2013 13:05
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici