Menu
Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

INCENERITORI - “L'alternativa è possibile, in 1.500 a Campi Bisenzio (FI) per dire No”

INCENERITORI - “L'alternativa è possibile, in 1.500 a Campi Bisenzio per dire No” INCENERITORI - “L'alternativa è possibile, in 1.500 a Campi Bisenzio per dire No”

La manifestazione: "Le buone pratiche alternative esistono, perchè ostinarsi? È una follia"

AGIPRESS - CAMPI BISENZIO (FI) - “Fermare la costruzione dell’inceneritore a Case Passerini e aderire alla strategia Rifiuti Zero”. È questo in sostanza il senso della grande manifestazione che questo pomeriggio a Campi Bisenzio ha visto movimenti e associazioni di cittadini e abitanti uniti per chiedere alle istituzioni locali competenti una diversa gestione dei rifiuti e gridare un forte no agli inceneritori.  

“Abbiamo indetto questa Manifestazione Popolare - si legge nel programma dei manifestanti - contro il progetto di costruzione del nuovo Inceneritore di Case Passerini, contro l’ampliamento dell’aeroporto di Peretola e per sostenere le alternative esistenti e praticabili. È tempo che anche a Firenze e nei Comuni limitrofi  si adotti un’altra gestione dei rifiuti basata sulla riduzione, il riutilizzo e l’eliminazione di inceneritori e discariche, oggi tra le prime cause di nocività e rischi per la salute. Chiediamo un forte sostegno e partecipazione a tutta la cittadinanza, per dimostrare che è possibile combattere la gravissima crisi economica e sociale in cui ci troviamo mettendo in pratica, a partire dal livello locale, le alternative elaborate dalle numerose realtà attive sul territorio. È ormai nota da tempo la pericolosità di questi impianti: non esistono tecnologie che abbattano le polveri più fini (PM inferiori a 2,5 micron) che sono quelle più pericolose; gli inquinanti emessi da questi impianti in grandi quantità come le diossine, i policlorobifenili, il cadmio, il mercurio, sono destinati ad accumularsi nei terreni (dunque anche sulle produzioni agricole) per decine di anni e ad entrare nella catena alimentare con danni alla salute a medio e lungo termine. E con effetti anche sulle generazioni future, come studi recenti dimostrano. 

CI SONO ALTERNATIVE CERTE ALL'INCENERIMENTO - Ci sono e sono già in atto dentro una tendenza positiva e virtuosa. Mediante la raccolta differenziata porta a porta, e la tariffa puntuale (meno paghi quanto più differenzi) ormai da tempo molti comuni in Italia - duecento dei quali hanno aderito all’obiettivo “Rifiuti zero” al 2020 recuperano dai rifiuti elevate quantità di materiale, anche oltre l’80%.

Alla manifestazione ha partecipato anche il Sindaco di Greve in Chianti Alberto Bencistà (Clicca qui Video), convinto sostenitore della strategia Rifiuti Zero. “La battaglia contro gli inceneritori - ha detto ad Agipress il Sindaco Bencistà - non solo è possibile, ma è inevitabile per sostenere progetti alternativi. La strategia 'Rifiuti zero' è la dimostrazione concreta che l'alternativa è possibile, è realistica, è praticabile, se lo fa San Francisco e a breve New York – ha continuato Bencistà - è possibile che non lo possa fare Firenze e l'area limitrofa?” 

Il Sindaco Bencistà ha poi ricordato lo slogan da lui lanciato per l'area fiorentina “Sognando la California, facciamo come San Francisco”. “Il caso San Francisco  - ha concluso - dimostra che noi che non vogliamo gli inceneritori non siamo utopisti, non siamo velleitari, perchè imboccare con coraggio la strada dell'inversione di tendenza è assolutamente possibile. Bravi i comitati della piana e tutti coloro che partecipano a questa iniziativa, il nostro impegno ora è continuare a dare, a livello locale e anche nazionale, un contributo forte per promuovere le buone pratiche ovunque e dire no agli inceneritori”.

“Con questa manifestazione vogliamo rilanciare l'importanza della salute pubblica  - ha affermato ad Agipress Gianluca Garetti di Medicina Democratica (Clicca qui Video) - in un momento in cui la salute è minacciata dall'inquinamento, ormai considerato cancerogeno a qualsiasi livello. In questa piana dove già l'inquinamento è consistente non è il caso di andare ad aggiungere un impianto nocivo come l'inceneritore, ci sono le buone pratiche alternative come Rifiuti Zero, con cui si risolve abbondantemente il problema rifiuti, e nello stesso tempo si dà occupazione e si rilancia l'economia locale. Ostinarsi a costruire impianti nocivi come gli inceneritore è una follia  - ha aggiunto - e noi come Medicina Democratica ci battiamo e batteremo affinchè riesca a passare chiaramente questo messaggio”.

Agipress

Ultima modifica ilDomenica, 08 Dicembre 2013 17:50
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici