Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

EMERGENZA RIFIUTI - Sommerso oltre un terzo delle città cinesi

I rifiuti inquinanti una vera piaga per la Cina I rifiuti inquinanti una vera piaga per la Cina

Sun Xianghe, Epoch times

Più di un terzo delle città cinesi sono circondate da rifiuti. L'accumulo di rifiuti urbani copre 50 mila ettari di terreno, minacciando la salute pubblica. Secondo un recente sondaggio, Pechino produce 18,4 mila tonnellate di rifiuti solidi urbani al giorno, cifra che continua a crescere con un tasso annuo dell'8 per cento. Il volume di rifiuti giornaliero di Shanghai è di ben 20 mila tonnellate e Guangzhou ne produce circa 18 mila. La capacità complessiva del trattamento dei rifiuti della Cina è ben lungi dall'essere sufficiente. Pechino, per esempio, ha una capacità di smaltimento di circa 10,3 mila tonnellate al giorno, lasciando una lacuna giornaliera di oltre 8 mila tonnellate.

Nel 2011 la capacità del trattamento dei rifiuti solidi urbani in 657 città cinesi era del 91,1 per cento, con il 20,1 per cento del trattamento costituito da ammasso, sepoltura o incenerimento all'aperto. Secondo le stime dell'Associazione della Cina per il Settore della Tutela Ambientale, i rifiuti non trattati per quelle 657 città si aggiravano intorno ai 5 milioni di tonnellate. L'accumulo dei rifiuti rappresenta un problema anche nelle campagne.

I resoconti attuali dell'Ufficio di Protezione Ambientale mostrano che 40 mila contee e quasi 600 mila villaggi non hanno alcuna infrastruttura di protezione ambientale, mentre producono 280 milioni di tonnellate di rifiuti all'anno. I problemi sono particolarmente gravi nelle regioni in cui i villaggi confinano con le città, secondo quanto riferito dai media continentali, in quanto vi è disaccordo tra le autorità locali sulla responsabilità dello smaltimento dei rifiuti. In quei luoghi vi è quindi un accumulo di spazzatura.

Secondo un resoconto del Southern Weekly, nel villaggio Yuanfeng, provincia del Guangdong, avente una popolazione di sole 400 persone, nel corso degli ultimi 10 anni sono morte di cancro dodici persone, guadagnandosi il titolo di «villaggio del cancro».

Shi Hanping, professore presso il Primo Ospedale affiliato della Sun Yat-sen University ha detto che questo tasso di mortalità per cancro è «eccessivamente alto». Nei pressi del villaggio vi è accumulata una montagna di spazzatura. Chen Liwen della Nature University ha detto al Southern Weekly che l'accumulo casuale di spazzatura senza alcuna infrastruttura di protezione fa sì che un mix di rifiuti penetri nel terreno. Ciò può causare l'inquinamento delle acque superficiali e sotterranee, nonché una pesante contaminazione del terreno.

Anche l'incenerimento di rifiuti a cielo aperto è un grande pericolo per la salute e le aree suburbane di Pechino, dove vengono inceneriti i rifiuti, poiché influenzano gravemente la qualità dell'aria della capitale.

Secondo quanto riferito da Pan Xiaochuan, professore della Scuola di Salute Pubblica presso l'Università di Pechino, l'incenerimento all'aperto è in genere una combustione incompleta. Si può creare una grande quantità di diossine, metalli pesanti, nitrati e altre emissioni tossiche. Queste sostanze nocive, oltre a essere cancerogene, influenzano anche il cervello e il sistema nervoso dei bambini. (Fonte Epoch Times)

leggi l'articolo su Epoch Times

Ultima modifica ilMartedì, 30 Luglio 2013 18:32
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici